Lo Space Rider è un progetto di veicolo spaziale automatizzato e riutilizzabile per il rientro senza equipaggio, in fase di studio da parte dell’Agenzia Spaziale Europea e finanziato principalmente dall’Italia.

Questo mini shuttle raccoglie l’eredità di IXV, navetta spaziale sperimentale realizzata in Italia e testata nel 2015, e dovrebbe fare il suo debutto nel 2021.

Fortemente voluto dall’Agenzia Spaziale Italiana, Space Rider è frutto di un accordo siglato da ESA e Thales Alenia Space insieme al consorzio European Launch Vehicle costituito da Avio e ASI. Il sistema vedrà un importante ruolo del CIRA, fino allo sviluppo e all’incremento delle applicazioni di telecomunicazioni satellitari.

Space Rider sarà lanciato dallo spazioporto europeo della Guyana Francese a bordo del vettore dell’ESA VEGA, nella sua nuova versione C. Potrà rimanere nello spazio fino a due mesi, testando nuove tecnologie in volo e conducendo diversi esperimenti in microgravità, i cui risultati saranno analizzati al rientro a terra.

La navicella spaziale, in grado di compiere un rientro atmosferico controllato dall’orbita terrestre bassa, sarà a disposizione di clienti commerciali e istituzionali e avrà una capacità di carico di 800 chili.

‣ News

LUNEDÌ 30 20 SETTEMBRE19

A Monopoli apre il FAR ‣

Si è aperta a Monopoli The International Conference on Flight vehicles, Aerothermodynamics and Re-entry Missions and Engineering (FAR), dedicata alle tecnologie per il trasporto e l'esplorazione spaziale, aerotermodinamica, protezione termica e volo ipersonico atmosferico. MORE...

MERCOLEDÌ 13 20 FEBBRAIO19

Test per il motore P120C ‣

Il primo modello di qualifica del motore a razzo a propellente solido P120C, configurato per Vega-C, è stato testato ieri sul banco di prova presso la base di lancio europea nella Guyana francese. MORE...

VENERDÌ 11 20 GENNAIO19

PRISMA arriva in Guyana francese ‣

Terminati con successo i test ambientali di satellite MORE...