L’unità IPC dell'ASI ha sviluppato una “Concurrent Engineering Facility” (ASI CEF).

La Concurrent Engineering Facility dell’ASI (CEF), già in uso da diversi anni è oggi stata rivista e aggiornata con sistemi HW e SW di nuova generazione (cloud, sw specialistici, touch screen per condividere le informazioni, etc.) che permettono una migliore interazione tra i vari sottosistemi e con il possibile “customer”.

La metodologia della Concurrent Engineering si basa su elementi chiave quali: il Processo di Concurrent, un team multidisciplinare, un SW (COMET) per la condivisione/scambio dei dati di progetto, una infrastruttura opportunamente attrezzata (HW/SW specialistici), una infrastruttura di comunicazione.

  • L’approccio di tipo Concurrent si è imposto come superamento dei tradizionali metodi di tipo sequenziale o centralizzato, dimostrandosi più efficace in termini di utilizzo delle risorse e tempo di analisi. Esso garantisce una convergenza verso una soluzione ottima di design in tempi più rapidi, grazie ad una interazione multipla ma organizzata tra i partecipanti alle attività.
  • La presenza di un team multidisciplinare in uno stesso ambiente per un numero limitato di sessioni intensive consente un efficiente scambio di informazioni e una condivisione in tempo reale delle scelte di design e dei conseguenti impatti a livello di altri sottosistemi e di sistema.
  • Una piattaforma HW/SW opportunamente attrezzata favorisce lo scambio e la condivisione di dati in modo organizzato e selettivo. Uno dei principali vantaggi è quello di evitare che scelte di design effettuate da singoli responsabili di disciplina/sottosistema siano non consistenti con gli obiettivi e non compatibili con quanto assunto come baseline nello studio. Prevenire e correggere sul nascere punti di ambiguità rende più efficace la fase di progettazione e più rapida il raggiungimento di una soluzione ottimale. In tal senso, anche la presenza del “customer” durante le fasi di progettazione è garanzia di un processo che porterà ad una soluzione in linea con le sue esigenze, capace di soddisfare gli obiettivi e vincoli da lui introdotti.

Organizzazione

La Brochure CEF ASI evidenzia l’attuale struttura.

Annuncio di opportunità aperto a pubbliche amministrazioni (Università/Enti di ricerca, etc) per raccogliere proposte/idee di nuovi studi da effettuare in CEF.

‣ News

GIOVEDÌ 26 GENNAIO 2023

Torna in ASI ‘Spazio Cinema’ con le prime due puntate di Spazio 1999 ‣

Un ritorno al passato per pensare al futuro. Il 3 febbraio alle ore 20:15 la versione restaurata della serie cult alla presenza del presidente dell’ASI Giorgio Saccoccia, dell’amministratore delegato della Thales Alenia Space Massimo Comparini e del critico e regista Marco Spagnoli MORE...

MARTEDÌ 24 GENNAIO 2023

La più accurata mappa vulcanica del satellite gioviano Io ‣

Grazie ai dati raccolti dallo strumento JIRAM a bordo della missione NASA Juno, un team di ricerca a guida INAF ha identificato 242 “hot spot”, ovvero zone calde che indicano la presenza di vulcani, di cui 23 non osservati precedentemente sul satellite più interno di Giove. I dati indicano una maggiore concentrazione di punti vulcanici caldi nelle regioni polari rispetto alle latitudini intermedie. Si tratta della mappatura migliore mai ottenuta da remoto MORE...

LUNEDÌ 23 GENNAIO 2023

Firmati i contratti tra l’ASI e Leonardo per i payload delle prossime missioni PLATiNO per l’osservazione della Terra con minisatelliti ‣

L’Agenzia Spaziale Italiana  ha siglato con Leonardo due contratti dal valore totale di circa 33 milioni di euro per lo sviluppo e realizzazione della camera ad alta risoluzione di PLATiNO 3 e della camera iperspettrale di PLATiNO 4 MORE...

LUNEDÌ 23 GENNAIO 2023

Siglato Protocollo d’intesa tra Italia e Algeria per la cooperazione nel settore delle attività spaziali per scopi pacifici ‣

A firmare il presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana Giorgio Saccoccia e il direttore generale dell’Agenzia Spaziale Algerina Azzedine Oussedik MORE...

VENERDÌ 20 GENNAIO 2023

Il satellite Juice lascia l’Europa ‣

A bordo importanti strumenti finanziati e sviluppati sotto la guida dell’ASI. Per la sonda dell’ESA, l’Agenzia Spaziale Italiana ha messo in campo una grande attività di collaborazione con enti, industrie e anche con altre agenzie spaziali nazionali MORE...