PROCEDURA SOSPESA CAUSA EMERGENZA COVID-19

Emergenza Covid-19, sospeso l’avvio della procedura di selezione dei premi ASI per la partecipazione di giovani meritevoli a SGC e IAC 2020.

In seguito all'adozione delle misure straordinarie per il contenimento dell’epidemia da Coronavirus e della comunicazione pervenutaci da SGAC di posticipare lo Space Generation Congress 2020 a data da destinarsi, l’Agenzia Spaziale Italiana ha deciso di sospendere la procedura di selezione e assegnazione dei premi, con scadenza il 20 maggio 2020.

La ripresa dei termini amministrativi della sospensione terrà conto dell’evoluzione della situazione e delle ulteriori decisioni che saranno prese dall’International Astronautical Federation (IAF) e dallo Space Generation Advisory Council (SGAC) in merito alla riorganizzazione di nuove date.


Bando per studenti e giovani ricercatori - Scadenza: 20 maggio 2020

Come ogni anno, l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), in collaborazione con lo Space Generation Advisory Council (SGAC), intende assegnare fino ad un massimo di 5 premi ad altrettanti studenti universitari italiani regolarmente iscritti a un corso di laurea magistrale, ad un Master di II livello o Dottorato di ricerca presso una Università italiana, al fine di partecipare allo Space Generation Congress 2020 e all’International Astronautical Congress (IAC) che si terranno a Dubai, Emirati Arabi Uniti,  rispettivamente dall'8 al 10 ottobre 2020 e dal 12-16 ottobre 2020.

Tali premi si inseriscono tra i programmi di formazione intrapresi da ASI, nell’ambito del Memorandum of Understanding tra Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e Space Generation Advisory Council (SGAC), concernente la promozione di attività congiunte per studenti e giovani professionisti del settore spaziale e relative a tematiche di ricerca di interesse dell’Agenzia.

L’erogazione dei premi avverrà in via anticipata rispetto alla data di inizio dei due congressi, a conclusione dei quali i vincitori saranno tenuti a presentare relativo attestato di partecipazione.

Per partecipare è necessario possedere i seguenti requisiti:

  • essere tra gli autori di un abstract presentato allo IAC in uno dei seguenti macro temi di particolare interesse dell’Agenzia per questa edizione:
  • SCIENCE AND EXPLORATION: Systems sustaining missions, including life, microgravity, space exploration, space debris and SETI;
  • TECHNOLOGY: Common technologies to space systems, including astrodynamics, structures, power and propulsion;
  • SPACE AND SOCIETY: Interaction of space with society, including education, policy and economics, history and law.
  • aver avuto conferma da parte dello IAF dell’accettazione dell’abstract;
  • essere l’autore che presenterà il paper allo IAC 2020;
  • essere regolarmente iscritto al momento di presentazione del paper allo IAC 2020, a un corso di laurea magistrale, un Master di II livello o un corso di Dottorato attivo presso una università italiana;
  • avere la cittadinanza italiana.

Alla domanda – redatta secondo il form indicato – sarà necessario allegare (a pena di esclusione):

  • L’abstract del paper presentato allo IAC con la notifica di accettazione dello stesso da parte dello IAF;
  • Una lettera in cui si motiva l’attinenza del proprio paper con le tematiche di interesse ASI sopra elencate debitamente sottoscritta;
  • Curriculum Vitae in formato Europass debitamente sottoscritto;
  • Elenco degli esami universitari sostenuti;
  • Eventuali altre pubblicazioni scientifiche;
  • Un documento di identità in corso di validità.

La domanda completa di ogni allegato richiesto, va spedito entro e non oltre il 20 Maggio 2020 all'indirizzo mail: sabrina.ricci@asi.it

Una commissione ASI-SGAC curerà la selezione degli studenti, valutando i titoli e le competenze dichiarate e autocertificate nella domanda di partecipazione e negli allegati, oltre all'attinenza della tematica del paper con le tematiche di interesse ASI. Alla valutazione di titoli, competenze e attinenza sarà assegnato un punteggio massimo di 70/100 punti.

I candidati che avranno ottenuto un punteggio di almeno 50/100 nella valutazione dei titoli saranno invitati ad effettuare un colloquio con la commissione da svolgersi presso la sede ASI di Roma o tramite videoconferenza, durante il quale si approfondiranno i contenuti del paper, i suoi obiettivi di ricerca, l’originalità e l’attinenza della tematica del paper con le tematiche di interesse ASI indicate nel presente bando. Al colloquio potrà essere assegnato un punteggio massimo di 30/100.

Ai vincitori potrebbe essere richiesto di partecipare ad attività organizzate dall’ASI durante lo IAC, di presentare i loro paper presso la sede ASI di Roma e di rispondere a un breve questionario di valutazione ASI.

 

Info e contatti

Il Responsabile del Procedimento è la Dott.ssa Sabrina Ricci.

Per informazioni sul bando e sulla procedura concorsuale è possibile scrivere al Responsabile del Procedimento ASI: sabrina.ricci@asi.it

 

‣ News

GIOVEDÌ 22 OTTOBRE 2020

ONDE AL FESTIVAL DELLA SCIENZA DI GENOVA 2020 ‣

Al via la manifestazione alla quale parteciperanno, in due appuntamenti serali, il presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana Giorgio Saccoccia con l’astronauta ESA Luca Parmitano e il primo astronauta italiano Franco Malerba MORE...

LUNEDÌ 19 OTTOBRE 2020

Cambiamento climatico e biodiversità: Italia protagonista in Expo 2020 Dubai ‣

L'evento digitale al quale parteciperanno ASI, Prima, CNR e Università Bicocca nella giornata del 21 ottobre alle 13:00 ora italiana MORE...

GIOVEDÌ 15 OTTOBRE 2020

Cristina Leone confermata alla presidenza del CTNA ‣

Oltre a Leonardo, nell’ organo di governo anche 4 rappresentanti dei distretti aerospaziali  (Lombardia, Lazio, Campania, Basilicata),  Avio Aero, CNR, Asi e Aiad MORE...

GIOVEDÌ 15 OTTOBRE 2020

ASI e JAXA firmano il Memorandum of Cooperation ‣

Le agenzie spaziali si impegnano a cooperare nel settore delle attività spaziali per scopi pacifici MORE...

GIOVEDÌ 15 OTTOBRE 2020

BepiColombo sorvola Venere ‣

Incontro ravvicinato tra la sonda euronipponica e il pianeta più luminoso del nostro cielo. BepiColombo ha attivato la strumentazione di bordo, realizzata con il forte contributo italiano, per analizzare l’atmosfera, la ionosfera e la magnetosfera di Venere MORE...