Bando per l’individuazione di soggetti idonei alla prosecuzione del progetto relativo all’ufficio nazionale dell’European Space Education Resource Office (ESERO), ai sensi dell’art. 31 “Aiuti alla formazione” del Regolamento CE n. 651 del 17/06/2014 - Scadenza: 30 dicembre 2020, ore 12.00

ESERO (European Space Education Resource Office) è un programma dell’ESA, avviato nel 2006, concernente la creazione a livello nazionale, nei paesi aderenti all’iniziativa, di un Ufficio in grado di offrire percorsi formativi, in particolare per i docenti, sulle materie scientifiche utilizzando la tematica spazio quale elemento trasversale all’insegnamento. ESERO utilizza i temi connessi allo spazio per accrescere la literacy (alfabetizzazione) e la competence (competenza) dei giovani nelle materie STEM, ovvero matematica, scienze, tecnologia e fisica. Il programma si inserisce nel campo dell’educazione formale e aspira a sviluppare e promuovere risorse e attività che utilizzano lo Spazio come contesto di insegnamento e apprendimento delle STEM.

ESERO offre sessioni di formazione e training per gli insegnanti delle scuole primarie e secondarie in collaborazione con i partner nazionali coinvolti nell’iniziativa. In Italia, il progetto ESERO è partito nel 2018, finanziato da ASI ed ESA.

Il presente bando di finanziamento è finalizzato a individuare il soggetto che proseguirà il progetto ESERO Italia fino al 31/12/2022.

La somma resa complessivamente disponibile dall’ASI fino al 31/12/2022 è pari a un massimo di €200.000,00 (fuori dal campo di applicazione dell’IVA, secondo quanto disposto dall’art. 2 comma 3 lett. a) e dell’art. 3 comma 1 del D.P.R. 633/1972).

Il contraente aggiudicatario del bando di finanziamento firmerà, oltre al contratto con ASI, anche un contratto con ESA, avente ad oggetto le medesime attività. ESA finanzierà il progetto con un importo che verrà definito al momento della stipula del proprio contratto con il beneficiario, e comunque non superiore a € 100.000,00 annui. Il presente bando di finanziamento ha dunque la finalità di individuare un Contraente, che svolgerà le funzioni di Prime del contratto di finanziamento, in grado di co-finanziare e svolgere le attività sul territorio nazionale (allegato 1) rispettando i requisiti di partecipazione (allegato 2), oltre ai limiti e vincoli stabiliti dal Regolamento.

Al Bando possono partecipare:

  • Enti pubblici e Organismi di ricerca sia pubblici che privati, come definiti dall’art. 2 n. 83 del Regolamento;
  • Micro, piccole, medie imprese, come definite dall’allegato I al Regolamento;
  • Grandi imprese;
  • Fondazioni e Associazioni ove esercitino attività economica;
  • Associazione no-profit.

I partecipanti devono:

  • Co-finanziare, con contributo proprio e/o del Team, il programma ESERO con risorse monetarie e/o in-kind corrispondenti alle percentuali di cui all’art. 31 del Regolamento CE n. 651/2014;
  • Impegnarsi a garantire con proprie sedi/filiali/strutture operative una copertura geografica dell’intero territorio nazionale italiano, intendendosi con ciò almeno una sede/filiale/struttura operativa nelle seguenti aree geografiche:
    •  Nord Ovest;
    • Nord Est;
    • Centro e Sardegna;
    • Puglia e Basilicata;
    • Campania, Calabria e Sicilia;
  • Avere accesso a network e associazioni di insegnanti;
  • Avere documentata esperienza in termini di:
    • Pedagogia e didattica sulle materie STEM;
    • Conoscenza dei programmi scolastici italiani a indirizzo tecnico-scientifico;
    • Progettazione e produzione di materiale per la formazione degli insegnanti delle scuole primarie e secondarie, a supporto delle scuole italiane nei programmi tecnico-scientifici, con l’utilizzo dello spazio come contesto stimolante per l’insegnamento e l’apprendimento delle materie STEM;
    • Progettazione e realizzazione di seminari, workshop, conferenze, corsi di formazione per docenti di scuole primarie e secondarie;
    • Progettazione e produzione di materiale scolastico appropriato e adeguato a supporto dei corsi scolastici tecnico-scientifici, per scuole primarie e secondarie, con l’utilizzo dello spazio come contesto stimolante per l’insegnamento e l’apprendimento delle materie STEM.
  • Lavorare in network, sviluppare, mantenere relazioni e cooperare con le parti interessate (in tema di spazio e didattica) in Italia, che includono:
    • Settore spaziale nazionale (ASI, industrie, PMI, università e ricerca);
    • Organismi nazionali di finanziamento per le attività connesse allo spazio (ministeri, consigli di ricerca, fondazioni, ecc.);
    • Autorità didattiche regionali e nazionali;
    • Scuole, università e istituti di formazione di docenti;
    • Organizzazioni professionali interessate alla didattica con tema spazio;
    • Centri scientifici e museali;
    • Editori, associazioni, aziende che operano nel campo dell’istruzione, della didattica STEM e della divulgazione scientifica.
  • Avere abilità a interagire in lingua inglese con ESA e il network Europeo ESERO.
  • Gestire pubblicazioni periodiche/newsletter/riviste scientifiche e o divulgative rivolte agli insegnanti e/ o al largo pubblico su tutto il territorio nazionale.
  • Avere abilità nell’uso dei social media e del web per la diffusione dei programmi e attività ESERO Italia.

La proposta tecnica da parte del contraente dovrà essere articolata secondo le seguenti linee di attività:

  • WP1. Dedicato alla definizione del Management, alla definizione e pianificazione delle attività da svolgere nel periodo contrattuale;
  • WP2. Dedicato alla definizione dei moduli di formazione dei docenti;
  • WP3. Dedicato alla identificazione dei prodotti per le scuole, alle attività e risorse in classe;
  • WP4. Dedicato a identificare e pianificare le azioni necessarie alla diffusione di ESERO nel Paese;
  • WP5. Dedicato all’istituzione di relazioni con industria del settore spaziale e Università.

Nella definizione del management la proposta dovrà indicare chiaramente il personale che sarà impiegato nel progetto e le relative competenze, da comprovare tramite dettagliati CV, che saranno oggetto di valutazione nel processo di selezione. Il contraente è tenuto a nominare un Responsabile del progetto, specificandolo nel piano del personale. Questo Responsabile costituisce il principale punto di contatto per ASI e ESA durante il periodo di validità del contratto. Il piano del personale dovrà comprendere necessariamente, a pena di esclusione, i seguenti ruoli operativi:

  • Responsabile del progetto;
  • Esperto di rendicontazione costi/aspetti contrattuali e amministrativi;
  • Insegnante di materie STEM;
  • Esperto di organizzazione seminari/workshop/eventi e/o esperto di social media/web/comunicazione.

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

Le Imprese, entro la data indicata all’interno dell’avviso pubblico, devono obbligatoriamente abilitarsi alla manifestazione d’interesse (pena l’impossibilità di partecipare).

L'abilitazione è del tutto gratuita per i Concorrenti.

I concorrenti devono obbligatoriamente abilitarsi alla manifestazione d’interesse collegandosi all’area di accesso all’Albo Telematico della Scrivente (https://app.albofornitori.it/alboeproc/albo_asi), nell’apposita sezione “Elenco Bandi e avvisi in corso” e procedere, premendo il bottone “Registrati”, alla creazione di un nuovo profilo, collegato alla partecipazione alla manifestazione d’interesse di cui trattasi (iscrizione light). Dopo aver inserito un nominativo e un indirizzo mail di riferimento (al quale perverrà una password provvisoria), premendo nuovamente l’opzione “Registrati”, il sistema richiederà l’inserimento di pochi e specifici dati. Al termine della compilazione del form sarà necessario personalizzare la password al fine di completare con successo l’abilitazione alla manifestazione d’interesse ed accedere alla scheda di gara.

N.B. Anche se già registrati sulla piattaforma della Scrivente, gli OO.EE. che intendono presentare la propria migliore offerta dovranno in ogni caso necessariamente ottemperare alle operazioni di abilitazione alla manifestazione d’interesse richiamando il bando di gara pubblicato nell’apposita sezione “Elenco Bandi e avvisi in corso” accessibile dal link https://app.albofornitori.it/alboeproc/albo_asi  e inserendo, previa accettazione, i propri dati identificativi nella pagina di abilitazione alla gara collegata al bando.

Espletate le suddette operazioni, i concorrenti saranno tra quelli che, previo espletamento di tutte le formalità amministrative, potranno partecipare alla manifestazione d’interesse.  

CARICAMENTO DELLA DOCUMENTAZIONE

Tutti i file di documentazione richiesta dovranno essere contenuti in una cartella .zip (si specifica che l'unica estensione ammessa per la cartella compressa è .zip) e ciascuno di essi dovrà avere formato .pdf (i moduli All. 4 e All. 5a comap potranno essere caricati in formato xls). La cartella .zip dovrà essere firmata digitalmente e potrà avere una dimensione massima di 100 Mb. L’ulteriore estensione della cartella .zip firmata digitalmente dovrà essere obbligatoriamente.p7m.

La firma digitale dovrà essere necessariamente apposta sulla cartella .zip entro il termine ultimo di deposito della documentazione richiesta.

Per eseguire il caricamento dei documenti a sistema sarà necessario accedere alla scheda di indagine di mercato dalla sezione “E-Procurement” – “Proc. d’acquisto”, cliccare sull’icona raffigurante una lente d’ingrandimento e accedere alla sezione “Documentazione” – “Documentazione”. Premere il simbolo della cartella in corrispondenza della voce giustificativa. All’interno della maschera che si aprirà - premere “Seleziona file”, cercare il documento sul proprio PC e premere “Avvia upload”. Al termine di tale processo il sistema mostrerà l’avvenuto caricamento e invierà una PEC di esito positivo di acquisizione.

La firma digitale apposta sul file .zip equivale all’apposizione della firma su ogni singolo file contenuto nel medesimo file .zip.

Nella produzione dei documenti in pdf di cui è richiesta scansione, si raccomanda l'utilizzo di una risoluzione grafica medio bassa, in modalità monocromatica (o scala di grigi), che non comprometta la leggibilità del documento ma che, nel contempo, non produca file di dimensioni eccessive che ne rendano difficile il caricamento.

N.B. La stazione appaltante utilizzerà - per l’invio delle comunicazioni dalla piattaforma - l’indirizzo di posta elettronica certificata inserito in sede di registrazione/abilitazione sulla piattaforma. La verifica relativa alla correttezza dell’indirizzo di posta elettronica certificata immesso si esegue accedendo alla sezione “Iscrizione - Dati” della piattaforma telematica nell’apposito campo “Email PEC” all’interno dello step “Principale”. La validità dell’indirizzo PEC è indispensabile per la corretta ricezione delle comunicazioni inoltrate dalla Stazione Appaltante.

‣ News

DOMENICA 10 MAGGIO 2020

Tecnologie per Covid: ASI investe 10 milioni di Euro ‣

A fronte del grande ritorno di proposte, l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) ha disposto l’incremento di 7,5 milioni di euro del finanziamento del bando che passa da 2,5 milioni di euro a 10 milioni di euro MORE...