La presentazione durante il workshop ASI dedicato alle tecnologie spaziali

23 Aprile 2024

Gli sviluppi tecnologici che da sempre affiancano i programmi spaziali sono stati al centro del workshop “Tecnologie spaziali per le future missioni ASI”, tenutosi presso la sede dell’Agenzia Spaziale Italiana dal 16 al 19 aprile 2024. L’evento era dedicato al settore industriale, alle università e ai centri di ricerca presenti sul territorio nazionale.

L’ASI mira ad assicurare la disponibilità di tecnologie abilitanti e innovative per le future missioni spaziali in tutti gli ambiti disciplinari, sviluppando sia tecnologie di bordo (upstream) che di terra (midstream) in accordo ai piani di missione e visione strategica nazionale con l’obiettivo di avere la giusta tecnologia al giusto grado di maturità (TRL) ed al giusto tempo. Durante l’evento sono state presentate le varie iniziative che l’ESA ha avviato per rafforzare il trasferimento tecnologico, promuovere la valorizzazione degli asset spaziali e favorire l’imprenditorialità.

“Il programma ScaleUp recentemente implementato dall'ESA è unico perché si focalizza nel fornire un insieme di servizi di sviluppo business per far crescere l'industria spaziale - ha dichiarato Aude de Clercq, Responsabile della sezione Servizi Innovativi dell’ESA - Il programma mira a sostenere, finanziare e guidare le aziende nel loro percorso verso la commercializzazione della tecnologia spaziale per mercati terrestri, o viceversa, adattando tecnologie industriali per soddisfare le esigenze della crescente space economy. Questo processo - prosegue l’esperta dell’ESA - gioca un ruolo fondamentale nel guidare l'innovazione e la crescita economica in diversi modi. L'industria spaziale italiana ha una lunga storia di trasferimento tecnologico. Con la firma del contratto con STAM - conclude la De Clercq - saranno resi disponibili finanziamenti, supporto tecnico e commerciale all'industria italiana per ridurre il rischio commerciale delle innovazioni, coinvolgere partner e concludere accordi con clienti per sviluppare nuovi prodotti".

STAM, PMI specializzata nello spazio e nella difesa, collaborerà strettamente con ASI e la comunità nazionale degli stakeholder per sostenere spin-in e spin-off. "È un grande onore per STAM supportare il trasferimento tecnologico delle tecnologie spaziali italiane, cercando anche opportunità promettenti per portare tecnologie non spaziali ad alto potenziale nello spazio - ha dichiarato Stefano Carosio, Direttore Esecutivo di STAM, che ha presentato le future attività e iniziative che l'azienda supporterà nell'ambito dell'incarico triennale recentemente assegnato come Technology Broker ESA per l'Italia - La nostra esperienza di 27 anni nel settore spazio e il nostro background in ingegneria di sistemi insieme ad un vasto network in diversi mercati terrestri saranno estremamente utili per lavorare all'interfaccia tra innovatori spaziali e non spaziali".

"Le attività spaziali spesso richiedono tecnologie all'avanguardia e spingono i confini di ciò che è possibile. Le innovazioni sviluppate per le missioni spaziali hanno frequentemente applicazioni al di là del settore spaziale - ha commentato Tanya Scalia dell'Ufficio Trasferimento Tecnologico di ASI - Queste innovazioni possono generare benefici concreti in altri settori industriali, portando, allo stesso tempo, anche a progressi in aree come la scienza dei materiali, la robotica e la tecnologia delle comunicazioni. Nel complesso - prosegue Scalia - il trasferimento tecnologico dallo spazio a settori non spaziali e viceversa ha il potenziale per guidare l'innovazione, stimolare la crescita economica, affrontare sfide sociali e migliorare la qualità della vita delle persone in tutto il mondo. Riteniamo che il Broker italiano contribuirà significativamente al raggiungimento di tali obiettivi rilevanti".

Questo evento ha mostrato i notevoli progressi nelle attività spaziali e ha evidenziato l'importanza della collaborazione e dell'innovazione nel plasmare gli sforzi futuri anche a beneficio delle PMI. ESA e ASI continueranno a spingere i confini dello spazio e dell'innovazione insieme al vasto ecosistema di champion in ambito spazio e non-spazio. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito ESA Commercialisation Gateway (cliccare qui).

 

In basso: alcuni momenti della presentazione 

 

 

‣ News

MARTEDÌ 14 MAGGIO 2024

Un importante traguardo per Innovator ‣

La missione fa parte del programma ALCOR dell'ASI MORE...

MERCOLEDÌ 24 APRILE 2024

La missione Saturn supera la preliminary design review ‣

Conclusa la fase di progettazione preliminare MORE...

VENERDÌ 16 GIUGNO 2023

Concluso il progetto preliminare della Missione BISS del programma ALCOR ‣

La Preliminary Design Review si è svolta lo scorso 14 giugno MORE...

LUNEDÌ 06 NOVEMBRE 2023

Missione SpEye, raggiunto un primo importante traguardo ‣

SpEye fa parte del programma ALCOR dell'ASI MORE...