Il primo modello di qualifica del motore a razzo a propellente solido P120C, configurato per Vega-C, è stato testato ieri sul banco di prova presso la base di lancio europea nella Guyana francese.

Caricato con 142 tonnellate di propellente, il motore, lungo 13,5 metri e del diametro di 3,4 metri, ha ben funzionato per una simulazione completa della fase di decollo e della prima parte della fase di volo.

Durante i 135 secondi di combustione, il motore P120C ha fornito una spinta massima di circa 4.650 KN. Non sono state riscontrate anomalie e, secondo i primi dati registrati, la prova ha risposto alle aspettative. Una analisi completa di questi risultati confermerà che il motore è pronto per il primo lancio del Vega-C.

Il P120C sostituisce l'attuale P80 come motore del primo stadio del Vega-C, aumentando significativamente le prestazioni.

Caratteristiche d'avanguardia fanno di questo motore un motivo di orgoglio per l'industria europea. Il grande involucro in materiale composito in fibra di carbonio è realizzato in un unico pezzo. Tecniche di produzione avanzate sono state applicate nell'integrazione orizzontale totalmente automatizzata, e un'efficiente ciclo di produzione ha ridotto i costi in un mercato competitivo come quello dei lanciatori.

Questo test fa seguito a quello sul modello di sviluppo del P120C del luglio scorso. Il secondo modello di qualifica, configurato per Ariane 6, sarà provato alla fine di quest'anno.

Anche Ariane 6 utilizzerà i motori P120C come booster per il decollo, due o quattro in base alla configurazione. La scelta di puntare su un motore comune per la nuova generazione di lanciatori europei ha contribuito agli obiettivi di sviluppo ed alle economie di scala, consolidando la capacità dell'ESA di mantenere un accesso indipendente allo spazio per l'Europa.

L'ESA, l'agenzia spaziale francese CNES, ed Europropulsion in base ad un contratto con Avio ed ArianeGroup, hanno collaborato a questo test.

‣ News

LUNEDÌ 30 SETTEMBRE 2019

A Monopoli apre il FAR ‣

Si è aperta a Monopoli The International Conference on Flight vehicles, Aerothermodynamics and Re-entry Missions and Engineering (FAR), dedicata alle tecnologie per il trasporto e l'esplorazione spaziale, aerotermodinamica, protezione termica e volo ipersonico atmosferico. MORE...

VENERDÌ 11 GENNAIO 2019

PRISMA arriva in Guyana francese ‣

Terminati con successo i test ambientali di satellite MORE...