Giorgio Saccoccia, con decreto di nomina del Ministro dell'Istruzione Università e Ricerca del 10 aprile 2019

Si è insediato formalmente con la prima riunione del CdA il nuovo presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana Giorgio Saccoccia.

"Lo Spazio - ha scritto in un messaggio inviato al personale ASI - sta vivendo un momento di straordinarie opportunità e di sempre crescente impatto nella vita di tutti: ognuno di noi in ASI ha la fortuna di poter contribuire a questa sfida in prima persona. Io ne sono veramente orgoglioso e sono certo che tutti voi condividiate questo mio sentimento nel corso delle vostre attività lavorative".

Nato a Belluno, l'11 gennaio 1963, Giorgio Saccoccia si è laureato presso l'Università di Pisa in Ingegneria Aerospaziale e ha conseguito presso la Webster University di Leida (Paesi Bassi) un Master in Business Administration.

È stato capo della sezione di propulsione elettrica dell'ESA tra marzo 1997 e gennaio 2003 e successivamente, fino ad oggi, capo della divisione Propulsion and Aerothermodynamics dell'ESA. Nello stesso periodo è stato anche direttore facente funzione del dipartimento di ingegneria meccanica dell'ESA (gennaio 2016 - novembre 2016).

Giorgio Saccoccia è Associate Fellow dell'AIAA (American Association for Aeronautics and Astronautics), Membro a pieno titolo dell'Accademia Internazionale di Astronautica (IAA) e Membro Emerito dell'Associazione Aeronautica e Astronautica Francese (3AF).

Per ciò che attiene alle ulteriori pubblicazioni di cui al D. Lgs. n. 33/2013 e s.m.i., vedi link.

 

Il decreto di nomina

‣ News

VENERDÌ 13 SETTEMBRE 2019

Delegazione italiana alla European Interparliamentary Space Conference ‣

Si è svolto a Berlino il meeting per la cooperazione spaziale in ambito parlamentare MORE...

VENERDÌ 06 SETTEMBRE 2019

A Giuseppe Bertuccio l’RTSD Scientist Award 2019 ‣

Il Prof. Giuseppe Bertuccio, Professore di Elettronica del Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria (DEIB) del Politecnico di Milano, ha vinto l’RTSD Scientist Award 2019, premio internazionale conferito dallo Scientific Advisory Board dell’ International Symposium of Room Temperature Semiconductor Detectors a chi ha dato contributi rilevanti nello sviluppo dei rivelatori a semiconduttore a temperatura ambiente e dell’elettronica associata nel corso della sua carriera. Il Prof. Bertuccio ha ricevuto il riconoscimento dopo 32 anni di attività di ricerca al Politecnico, in cui la scuola del Prof. Emilio Gatti, suo mentore e maestro, ha avuto un ruolo primario. Il premio verrà consegnato in occasione della Conferenza RTSD, che nel 2019 si terrà a fine ottobre insieme al IEEE Nuclear Science Symposium and Medical Imaging Conference a Manchester-UK (https://nssmic.ieee.org/2019/). Le ricerche del Prof. Bertuccio sono state sviluppate anche grazie al supporto dell’Agenzia Spaziale Italiana, che finanzia anche le ricerche di base e applicata propedeutiche allo studio delle nuove missioni spaziali quali tra le altre, in questo caso, Theseus (ESA), Hermes (ASI), LOFT (ESA), eXTP (CAS, Cina). L’RTSD Scientist Award, alla sua 14a edizione, in passato è stato vinto principalmente da statunitensi, da un israeliano e da solo tre europei. “E’ un risultato del quale devo essere riconoscente a tanti maestri, collaboratori, colleghi e Istituzioni, tra cui anche ASI, che ha sostenuto in passato e sta sostenendo anche ora diverse ricerche che ho condotto su rivelatori di radiazione e elettronica di front-end.” dice il Prof. Bertuccio concludendo che “E’ una grande soddisfazione che posso dire rende giusto onore anche alla ricerca italiana nel settore.” Il Prof. Bertuccio sottolinea che “i riconoscimenti internazionali vanno a beneficio di tutto il sistema italiano della ricerca scientifica e tecnologica e sono indicatori della capacità del sistema stesso di produrre risultati rilevanti e riconosciuti nel mondo”. Questo premio conferma, così come tanti altri successi che ASI ha conseguito sostenendo le ricerche del Prof. Bertuccio e tanti altri ricercatori, che anche la ricerca fatta in Italia ha un impatto internazionale, grazie anche alle Istituzioni come ASI, INFN, INAF che la promuovono e la sostengono.

LUNEDÌ 02 SETTEMBRE 2019

Il nanosatellite IKUNS, virtuoso esempio della cooperazione Italia-Kenya nel settore spaziale ‣

Il progetto presentato lo scorso 24 agosto, durante un evento dedicato a Leonardo da Vinci MORE...

VENERDÌ 30 AGOSTO 2019

Addio a Carolina Matarazzi ‣

ASI - Agenzia Spaziale Italiana

L’ex vice presidente dell’ASI è mancata lo scorso 28 agosto MORE...

GIOVEDÌ 29 AGOSTO 2019

Ama e e-Geos insieme per il monitoraggio del fenomeno di abbandono dei rifiuti ‣

Ama sperimenta l’uso delle immagini satellitari per il monitoraggio dei fenomeni di abbandono dei rifiuti ed evasione della Tari per la prima volta con una frequenza di acquisizione su base settimanale MORE...