Programma per giovani ricercatori - Scadenza per la presentazione delle domande: 2 agosto 2019

E' bandita una borsa di studio post dottorato della durata di 2 anni, destinata a giovani ricercatori per svolgere un progetto nell'ambito dell'Intelligenza Artificiale applicata all'Osservazione della Terra.  La borsa è supportata dall'Agenzia Spaziale Italiana e il suo luogo di svolgimento sarà il Φ-lab presso il centro ESRIN dell'ESA (Frascati).

Il progetto formativo, i requisiti e le modalità di partecipazione e selezione sono indicate nel bando pubblicato in calce.

Scadenza: 2 agosto 2019. 

 

 

 

 

‣ News

VENERDÌ 25 SETTEMBRE 2020

Firmata Dichiarazione d’Intenti tra Governo Italiano e Governo degli Stati Uniti sul programma lunare Artemis ‣

L’intesa è stata sottoscritta dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo spazio Riccardo Fraccaro e dall’Amministratore di NASA Jim Bridenstine, in rappresentanza del governo USA MORE...

GIOVEDÌ 24 SETTEMBRE 2020

e-GEOS presenta il marketplace digitale Cleos ‣

La piattaforma mette al centro il cliente per rivoluzionare il tradizionale approccio alla geoinformazione MORE...

MERCOLEDÌ 16 SETTEMBRE 2020

Fraccaro, Saccoccia e Profumo salutano ExoMars ai laboratori di Thales Alenia Space a Torino ‣

Ultimo sguardo da vicino ai componenti della missione europea a guida italiana che nel 2022 partirà alla volta di Marte in cerca di tracce di vita sotto la superficie del pianeta MORE...

MARTEDÌ 15 SETTEMBRE 2020

E’ morto Nichi D’amico, presidente dell’Inaf ‣

Ne ha annunciato la prematura scomparsa l'Istituto Nazionale di Astrofisica. Il cordoglio del presidente dell'ASI MORE...

MARTEDÌ 15 SETTEMBRE 2020

L’INDUSTRIA ITALIANA IN PRIMA LINEA NELLA MISSIONE HERA DELL’ESA   ‣

Al via i preparativi della missione europea per la difesa planetaria, in cui l’industria italiana, con il supporto dell’Agenzia Spaziale italiana, vanta un’importante partecipazione. L’ASI in collaborazione con la comunità scientifica ha deciso di dedicare uno dei due CubeSat al professor Andrea Milani    MORE...