Il Team POLIMI SPACE, composto da 5 giovani studenti italiani, rappresenterà l’Italia nella finale internazionale di ActInSpace 2020

17 Novembre 2020

Si è concluso nella giornata di sabato 14 novembre l’Hackathon virtuale, che per l’Italia ha visto 10 Team che si sono sfidati online e collegati da tutta Italia ed Europa. Una due giorni di sfida, iniziata venerdì 13 e terminata nella giornata di sabato 14 novembre, svoltasi su una piattaforma online per scelta degli organizzatori nazionali a causa della situazione di emergenza dovuta al Covid-19.

Tuttavia è stata un’occasione per mettere in campo una serie di competenze e capacità che, con il sostegno della tecnologia satellitare, in questo caso hanno concretizzato un piccolo successo. Non solo per l’Agenzia Spaziale Italiana, ma anche per Openet, società che da oltre venti anni opera nel settore delle tecnologie satellitari, sviluppando progetti e servizi su scala mondiale in partnership con l’ASI e con l’ESA (Agenzia Spaziale Europea), e per I3P, con la sua esperienza nell’ambito delle startup innovative ad elevata intensità tecnologica.

I 10 team nelle loro presentazioni sono stati supportati durante l’Hackathon da tre esperti in ambito economico, business e tecnologia, quali il prof. Frank Cinque (Direttore Generale di E4Impacat Foundation), il prof. Andrea Mezzadri (docente di Economia aziendale) e l’ing. Guglielmo Faggioli (Deep Learning Engineer presso AIKO). In seguito, sono stati valutati in merito alle idee innovative in vari ambiti di applicazione, dalle tecnologie spaziali a dati, brevetti e infrastrutture, dalla giuria italiana composta da:

  • Dott. Anilkumar DAVE, Responsabile dell’Unità di Innovazione e Trasferimento Tecnologico dell’ASI;
  • Ing. Tanya SCALIA, Ingegnere aerospaziale e PhD in Tecnologia Aeronautica e Spaziale, all’interno dell’Unità di Trasferimento Tecnologico dell’ASI;
  • Ing. Roberto GROSSO, Ingegnere Aerospaziale, manager e imprenditore, Fondatore di Maxq Space Business;
  • Dott. Vito GAUDIANO, Founder e CEO di Openet Technologies S.p.A;
  • Ing. Lorenzo FERUGLIO, Dottorato di ricerca in Ingegneria Aerospaziale, Fondatore e CEO di AikoSpace.

"Il vincitore della competizione nazionale è il team POLIMI SPACE", ha spiegato la giuria, "per aver proposto un’idea innovativa che contribuisce alla nuova era di esplorazione lunare mantenendo una buona attenzione al modello economico e ai bisogni dei clienti finali. L’idea, denominata “MoonSweep”, si inserisce nel contesto ISRU e potrebbe avere anche interessanti ricadute in ambito terrestre per l’utilizzo sostenibile delle risorse".

Il team vincitore di questa edizione di ActInSpace® 2020 “SPAZIO POLIMI / MOONSWEEP”, composto da Enrico Mario Giovanardi, Marco Morgese, Giulio Pelenghi, Asuthosh Conda Ramesh e Davide Iafrate, ha sviluppato il progetto affrontando la sfida lanciata nella challenge “AIRBUS 03: The Moon Race Challenge”.

Spiegano i vincitori: “Oggi il mercato dell'imaging terrestre e dell'elaborazione dei dati sta crescendo a un ritmo senza precedenti, la rete molto complessa di risorse terrestri e spaziali ci consente di vedere il nostro pianeta in modo sempre più dettagliato. Ora immaginiamo l'anno 2025, una nuova corsa alla luna è in avvio e questa volta le società private giocheranno un ruolo chiave nella creazione di infrastrutture lunari. In questa nuova economia lunare le informazioni geografiche, topologiche e geologiche saranno cruciali per affrontare il duro ambiente. Il nostro obiettivo è raccogliere, elaborare e fornire queste informazioni in modo chiaro ai nostri clienti. Ciò favorirà uno sviluppo più sicuro e consapevole delle attività umane sulla Luna. MoonSweep è diviso principalmente in una parte di elaborazione dati / software e una parte di raccolta dati. Con la seconda parte altamente scalabile: dalla raccolta di dati già disponibili sulla luna all'avere una flotta di satelliti e rover che espande costantemente le capacità di MoonSweep”.

Il team SPAZIO POLIMI / MOONSWEEP potrà accedere alle finali internazionali a Toulouse in Francia. I vincitori del contest ActInSpace 2020 riceveranno tantissimi premi, tra i quali anche il gran premio: un volo parabolico a bordo di un Zero-G Airbus A310.

Lo scopo dell’Hackathon è sempre quello di lanciare startup in questi settori, diventando di fatto un'opportunità unica per i partecipanti di lavorare sulla creazione di prospettive di business per le sfide proposte, usando brevetti, tecnologie e dati dei satelliti resi disponibili da CNES, ESA, Airbus e tutti i partner locali. Per l’Italia, l’iniziativa ha visto schierate: l’ASI, in collaborazione con OPENET Technologies S.p.A. di Matera, con SparkMe, l’Acceleratore Tecnologico dedicato alla Space Economy, e l’Incubatore del Politecnico di Torino I3P.

Sono così state assegnate anche 3 menzioni speciali: "Una menzione speciale della giuria viene assegnata ai due team SPACEBROS e THE SPACE BRIDGE, in particolare per il loro potenziale impatto sia sul business che sulla società. Il tema della formazione e della early education verso le nuovissime generazioni sarà sempre più sentito nel futuro e nel ricambio generazionale, mentre il tema della salute e dell’accesso allo Spazio per l’industria farmaceutica pone nuove interessanti prospettive. Infine, una menzione dell’ASI è stata assegnata al team SIMCOMPOSITE che ha vinto la challenge ASI02 che, partendo da un brevetto congiunto tra l’ASI e l’Università di Roma Sapienza, ha saputo proporre nuovi utilizzi e prospettive di commercializzazione di un processo tecnologico di chiara derivazione spaziale".

ASI ha messo a disposizione i seguenti servizi: innovation coaching, incontro con gli esperti dell'agenzia su tecnologia / innovazione e diritti di proprietà intellettuale; presentazione del progetto, opportunità unica di presentare il progetto agli esperti dell’ASI per valutarne possibili sviluppi; accesso agli stakeholder dell'innovazione nella regione e presentazione ai responsabili del Programma di Incubazione dell’ESA in Italia.

Da Openet Technologies S.p.A. è stata offerta la possibilità di usufruire - per 30 giorni a titolo gratuito - degli spazi e dei servizi di Coworking all’interno di SparkMe, l’acceleratore tecnologico dedicato alla Space Economy. Inoltre, oltre alla visibilità dell’idea di business attraverso i diversi canali di comunicazione di Openet e l’assistenza per approfondire il progetto, il team vincitore avrà la possibilità di presentare la propria idea di business ai partner della rete Openet.

Mentre I3P ha assicurato al vincitore dell’Hackathon “ActInSpace” una visibilità internazionale del progetto e del team sui propri principali canali di comunicazione. Inoltre, al team sarà data l’opportunità unica di presentare il progetto agli esperti di I3P, per valutare i suoi possibili sviluppi e la possibilità di essere inseriti all’interno del programma di Pre-Incubazione dell’incubatore.

Maxq Space Business mette a disposizione i seguenti servizi: 3 giorni di consulenza con oggetto modello di business, piano di sviluppo, fundraising con investitori privati.

‣ News

VENERDÌ 19 GIUGNO 2020

Programma PLATiNO: firmato l’Accordo Commerciale ‣

Alla presenza del Sottosegretario di Stato della Presidenza del Consiglio dei ministri On. Riccardo Fraccaro e del Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana Giorgio Saccoccia è stato firmato oggi l’Accordo Commerciale tra Sitael (capofila del Raggruppamento Temporaneo di Imprese), Leonardo, Airbus Italia e Tas Italia. MORE...

DOMENICA 10 MAGGIO 2020

Tecnologie per Covid: ASI investe 10 milioni di Euro ‣

A fronte del grande ritorno di proposte, l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) ha disposto l’incremento di 7,5 milioni di euro del finanziamento del bando che passa da 2,5 milioni di euro a 10 milioni di euro MORE...

VENERDÌ 13 DICEMBRE 2019

Dieci anni di e-Geos ‣

La joint venture tra Agenzia Spaziale Italiana e Telespazio, società Leonardo e Thales, ha compiuto dieci anni. Una realtà che ha saputo anticipare i tempi della space economy. Ne parliamo con il Ceo di e-Geos, Massimo Comparini e il Responsabile Trasferimento Tecnologico di Asi, Anilkmar Dave MORE...