L’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) ha partecipato anche quest’anno alla Ilan Ramon International Space Conference - la conferenza annuale sulla ricerca spaziale organizzata dal Ministero della Scienza e della Tecnologia di Israele e dall’Agenzia Spaziale Israeliana (ISA).

Il futuro dello spazio nel prossimo decennio è stato il tema centrale dell’edizione di questo anno. Il focus è stato soprattutto incentrato sulle potenzialità e opportunità derivanti della commercializzazione delle attività nello spazio. L’ASI ha partecipato con una delegazione guidata dal Presidente, Giorgio Saccoccia, intervenuto alla tavola rotonda “Space Agencies Role in the New Decade”, insieme ad altri Capi agenzie tra cui il Presidente del CNES, Jean-Jves Le Gall e il Presidente della Agenzia Spaziale Brasiliana (AEB), Carlos Moura. Nel suo intervento il presidente Saccoccia ha evidenziato il cambio di ruolo delle agenzie spaziali nella nuova era dello spazio 4.0. Con l’apertura delle attività spaziali verso il privato, ha ricordato Saccoccia, molto cambierà ma molte attività resteranno ancora nel prossimo decennio sempre appannaggio delle Agenzie, in particolare, l’implementazione dei programmi spaziali e le relazioni internazionali e più in generale la cosiddetta diplomazia spaziale definita dagli indirizzi dei Governi, che manterranno la definizione della strategia nazionale spaziale.

A margine della conferenza, si è svolto un incontro bilaterale tra ASI e ISA che ha ribadito la volontà di proseguire il progetto congiunto per un satellite iperspettrale SHALOM e la conferma del prossimo lancio, a marzo, con il volo VEGA POC (Proof of Concept), di DIDO-3. Quest’ultimo è un cubesat, frutto di un accordo fra le due agenzie, Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) italiano e il Ministero della Scienza e Tecnologia israeliano, costituito da una piattaforma a controllo remoto con a bordo quattro esperimenti congiunti italo-israeliani nel settore della microbiologia da eseguire in microgravità.

La conferenza, giunta al suo quindicesimo anno di vita - creata in memoria dell’equipaggio della Missione STS-107 e, in particolare, di Ilan Ramon, il primo astronauta israeliano perito con l’equipaggio nell’incidente occorso allo Shuttle Columbia nel 2003 - ha chiuso gli eventi della Space Week ai quali ha partecipato Dave Anilkumar, Responsabile ASI dell’Innovazione e Trasferimento delle Tecnologie (ITT).

‣ News

LUNEDÌ 28 SETTEMBRE 2020

MARSIS, CONFERMATA ACQUA SALATA AL POLO SUD DI MARTE ‣

Radar Marsis: nuova scoperta di un complesso sistema di laghi d'acqua salata sotto la calotta marziana del polo sud MORE...

MERCOLEDÌ 16 SETTEMBRE 2020

Fraccaro, Saccoccia e Profumo salutano ExoMars ai laboratori di Thales Alenia Space a Torino ‣

Ultimo sguardo da vicino ai componenti della missione europea a guida italiana che nel 2022 partirà alla volta di Marte in cerca di tracce di vita sotto la superficie del pianeta MORE...

MARTEDÌ 15 SETTEMBRE 2020

E’ morto Nichi D’amico, presidente dell’Inaf ‣

Ne ha annunciato la prematura scomparsa l'Istituto Nazionale di Astrofisica. Il cordoglio del presidente dell'ASI MORE...

LUNEDÌ 07 SETTEMBRE 2020

Il sottosegretario alla Difesa, Angelo Tofalo, in visita in ASI ‣

Visita del Sottosegretario di Stato Ministero della Difesa, on Angelo Tofalo in Agenzia Spaziale Italiana. Un incontro istituzionale importante che mette in luce un universo di interessi comuni e di ampia collaborazione tra i due enti. MORE...

LUNEDÌ 31 AGOSTO 2020

Un nuovo strumento per l’osservazione del cosmo grazie alla dorsale quantistica italiana ‣

La dorsale quantistica italiana in fibra ottica dell’Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (INRIM) è stata protagonista di un esperimento innovativo in collaborazione con l'Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), l'Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR). MORE...