Un’altra entusiasmante avventura è in arrivo nella primavera 2020

16 Dicembre 2019

Lo scorso 11 dicembre si è concluso l’ultimo appuntamento per il 2019 degli "ASI Open Days", gli eventi di diffusione della cultura spaziale che l’ASI rivolge agli studenti con età compresa tra gli 8 e i 13 anni. Undici giorni, in quattro cicli, all'insegna della scienza spaziale e del divertimento, con esperti del settore che hanno guidato i piccoli visitatori alla scoperta dello spazio.

Gli studenti hanno avuto l’opportunità di partecipare con i loro insegnanti a un programma che ha incoraggiato il ragionamento scientifico e il lavoro di gruppo. Nel corso della manifestazione, infatti, grande spazio è stato destinato ai laboratori “hands-on” dove gli studenti, divisi in gruppi, hanno imparato vari concetti sperimentando e utilizzando il metodo scientifico anche con l’aiuto di modelli e di entusiasmanti video.

I piccoli visitatori hanno anche avuto l’occasione di conoscere meglio la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) e la vita degli astronauti che si trovano a bordo: hanno capito come è nata la ISS e studiato le caratteristiche e moduli principali. Ma soprattutto hanno scoperto cosa fanno ogni giorno gli astronauti: dai diversi esperimenti scientifici ai test continui che devono effettuare sul proprio corpo sottoposto a condizioni di microgravità. E hanno compreso come le attività che svolgono vadano inquadrate nel quadro più ampio del tentativo di vivere in futuro permanentemente nello Spazio e colonizzare altri pianeti. Proprio per questo è stata dedicata grande attenzione anche al pianeta Marte: un pianeta per alcuni versi simili al nostro, la cui colonizzazione sembra diventare - giorno dopo giorno - sempre più tecnicamente possibile.  I giovani visitatori hanno sperimentato quali sono le difficoltà connesse all'atterraggio di una sonda sul Pianeta Rosso e imparato come superarle. Gli studenti hanno avuto anche l’opportunità di costruire un modello funzionante di lander e di cimentarsi in alcune missioni in un ambiente marziano simulato, scoprendo cosa sono e a cosa servono i rover e quali sono le sfide legate alla loro progettazione

Questa edizione, appena terminata, ha coinvolto 680 studenti di 16 scuole, di varie parti di Italia, che hanno partecipato alle attività scientifiche e laboratoriali nel corso degli eventi organizzati a marzo, maggio, novembre e dicembre 2019.

L’Agenzia Spaziale Italiana riaprirà le proprie porte agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado nella primavera 2020, a cui saranno proposte nuove attività interattive, esercitazioni e laboratori capaci di ispirare i giovani visitatori e i loro insegnanti.

‣ News

MARTEDÌ 26 OTTOBRE 2021

Italia e Lussemburgo unite nella cooperazione spaziale ‣

L’Agenzia spaziale italiana (ASI) e l’Agenzia Spaziale del Lussemburgo (LSA) hanno firmato oggi un Memorandum of Understanding che servirà a rafforzare in modo significativo la cooperazione tra il Granducato del Lussemburgo e l’Italia nel campo dello spazio MORE...

VENERDÌ 22 OTTOBRE 2021

Aspettando lo IAC 2021 a Dubai ‣

Dal 25 al 29 ottobre Dubai ospiterà la 72esima edizione dell’International Astronautical Congress MORE...

GIOVEDÌ 21 OTTOBRE 2021

Simonetta Cheli nuova Direttrice dei Programmi di Osservazione della Terra dell’ESRIN di ESA ‣

La nomina di Cheli alla Direzione dell'ESRIN di ESA è giunta oggi in occasione del 300° Consiglio dell’Agenzia europea MORE...

MERCOLEDÌ 20 OTTOBRE 2021

Galileo e Copernicus Masters: grande successo per la competizione italiana ‣

L'iniziativa ha avuto un ampio seguito. Il prossimo 14 dicembre il gran finale MORE...

MARTEDÌ 19 OTTOBRE 2021

Corte dei Conti, ASI migliora la gestione finanziaria ‣

La Relazione al Parlamento sulla gestione finanziaria dell'ASI è stata approvata dalla Sezione del controllo sugli enti della Corte dei conti MORE...