ASI - Agenzia Spaziale Italiana - L´AgenziaASI - Agenzia Spaziale Italiana - L´Agenzia

Concurrent Engineering Facility

Concurrent Engineering in ASI

Con la realizzazione della Concurrent Engineering Facility, avviata a Giugno 2008, l’Agenzia Spaziale Italiana ha acquisito un potente strumento progettuale per la valutazione preliminare di pre-fattibilità una missione spaziale. Il progetto di realizzazione è stato avviato contrattualmente a Ottobre 2006 e terminato a Giugno 2008.

Con tale strumento è possibile migliorare e velocizzare gli studi di valutazione concettuale e di impostazione dei progetti (fasi 0 e A nella terminologia standard ECSS), al fine di:

•    Generare i requisiti Cliente da inserire negli allegati tecnici di fase A;
•    Effettuare la verifica di progetto di fase A (Review) sulla base dei risultati dello studio in ASI CEF.

L’innovativa metodologia di Concurrent Engineering è stata introdotta per la prima volta in Europa nel 1995 dall’ESTEC (CDF). Oggi le maggiori industrie ed agenzie spaziali nazionali quali la NASA JPL (Team X), il CNES (CIC) e la DLR (CEF), l'hanno adottata in modo operativo per i loro progetti.

L’ESA nell’ambito dell’ECSS (European Cooperation on Space Standardization) ha preparato uno standard (ECSS-TM-E-10-25) per l’applicazione del metodo di concurrent engineering alle fasi progettuali di missioni spaziali.