Diritti di Proprietà intellettuale, Gestione e valorizzazione del portafoglio brevettuale

Lo scenario dell’industria e della ricerca spaziale sta cambiando molto velocemente e, in virtù del carattere anticipatorio di tale settore, anche il contesto della Proprietà Intellettuale (PI) vedrà via via cedere il passo ad una “strategia di valorizzazione dei risultati dei progetti finanziati dall’Agenzia”. ‘Valorizzare’ è concetto molto più ampio di ‘brevettare’ ed i nuovi strumenti di tutela (a partire da brevetti, modelli di design, marchi ecc.) confluiranno nei prossimi anni in nuovi concetti quali “Knowledge and Technology Intelligence”, “foresight tecnologico e brevettuale”, “Patent Data” ecc.

Alcune  risorse  saranno  impiegate  nella  creazione  di  una ‘ontologia comune di valorizzazione’ che allarghi lo spettro degli strumenti a disposizione, aumenti la consapevolezza, sedimenti la cultura della tutela e supporti indirettamente la definizione di nuove traiettorie tecnologiche utilizzando informazioni miste da database brevettuali e scientifici

DIRITTI DI PROPRIETÀ INTELLETTUALE

Un naturale dominio di applicazione saranno i rapporti con le aziende beneficiarie dei contratti ASI verso   le   quali   potranno   essere   proposti   nuovi   modelli   di   valorizzazione   congiunta ancorché mista (contemplando per esempio accordi di licenza, sviluppo industriale per buyback dei risultati, ecc.) o con le quali si potranno valutare approcci più vicini all’ Open Innovation per affrontare il dilemma: segreto industriale o brevetto di dominio pubblico? In continuità con quanto delineato nei piani annuali, la “strategia di valorizzazione dei risultati dei progetti supportati dall’Agenzia” continuerà a promuovere l’organizzazione di momenti di diffusione e approfondimento della cultura della PI (es.  normative, limiti, procedure, ecc.) nonché l’individuazione di prodotti contrattuali ASI che possono fornire PI identificate per un trasferimento tecnologico anche verso terzi. L’ontologia sopra citata potrà essere applicata non solo per identificare i risultati di ricerca (brevettati o non) che hanno maggiori prospettive di valorizzazione ma anche per disegnare un nuovo approccio che supporti invenzioni industriali e tecnologiche non generate da contratti ASI ma che potranno avere ricadute nel campo aerospaziale nel medio-lungo termine e generare casi virtuosi di spin-in.

La collaborazione con gli atenei italiani sarà un altro tassello fondamentale se si pensa al rinnovato legame con  gli  ILO (Industrial Liaison Office)  e  i  TTO (Technology Transfer Office) delle  principali  università  e  politecnici,  per  generare  produttive  collaborazioni  di valorizzazione ed in linea anche con le direttive ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca) mentre, non ultimo, anche il programma nazionale ‘Space  Economy’ sarà un importante banco di prova per testare nuovi modelli  di  valorizzazione  e trasferimento  in vista della nuova strategia  di valorizzazione caratterizzata dal dualismo  tra ‘portafoglio brevetti’ e ‘portafoglio di conoscenze’.

Link Utili

https://spacesolutions.esa.int/patents.html

http://www.esa.int/Enabling_Support/Space_Engineering_Technology/IP_for_commercialisation

https://uibm.mise.gov.it/index.php/it/

 

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE

L’Unità ITT (Innovazione e Trasferimento Tecnologico) dell’ASI gestisce il portfolio brevettuale dell’Agenzia favorendo iniziative che ne valorizzino l’applicazione e l’utilizzo anche in settori diversi da quello spaziale.

Tale attività è condotta coerentemente con le iniziative in essere nell’ambito del programma ESA TTP (ESA Technology Transfer Programme) ove, oltre alla promozione dei brevetti dell’ESA sono inseriti anche le offerte tecnologiche brevettuali dell’ASI.

Link Utili

https://www.epo.org/index.html

https://worldwide.espacenet.com/

https://www.wipo.int/portal/en/index.html

 

COSA POSSIAMO FARE PER TE

Per maggiori informazioni contattaci scrivendo a ITT@asi.it

‣ News

LUNEDÌ 27 LUGLIO 2020

Primo Space, il primo fondo per l’economia spaziale ‣

Primo closing a 58 milioni di euro con European Investment Fund e CDP Venture Capital SGR quali cornerstone investor e con il supporto dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) MORE...

VENERDÌ 03 LUGLIO 2020

ESA: 1,5 miliardi di euro per l’industria italiana ‣

Acquisite le leadership di tre importanti programmi nei settori dell’Osservazione della Terra e dell’Esplorazione dello Spazio. MORE...

VENERDÌ 19 GIUGNO 2020

Programma PLATiNO: firmato l’Accordo Commerciale ‣

Alla presenza del Sottosegretario di Stato della Presidenza del Consiglio dei ministri On. Riccardo Fraccaro e del Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana Giorgio Saccoccia è stato firmato oggi l’Accordo Commerciale tra Sitael (capofila del Raggruppamento Temporaneo di Imprese), Leonardo, Airbus Italia e Tas Italia. MORE...

MARTEDÌ 09 GIUGNO 2020

Galileo Masters e Copernicus Masters ‣

Nei passati 15 anni, i Galileo Masters e Copernicus Masters sono diventati le principali piattaforme internazionali per selezionare, premiare e supportare idee innovative per future applicazioni commerciali dei dati/tecnologie di Navigazione Satellitare e Osservazione della Terra. MORE...

MERCOLEDÌ 01 APRILE 2020

Comparini alla guida di Thales Alenia Space Italia ‣

Il Presidente Saccoccia: Ringrazio Massimo Comparini per l’ottimo lavoro svolto come Amministratore Delegato della nostra partecipata eGEOS MORE...