Diritti di Proprietà intellettuale, Gestione e valorizzazione del portafoglio brevettuale

Lo scenario dell’industria e della ricerca spaziale sta cambiando molto velocemente e, in virtù del carattere anticipatorio di tale settore, anche il contesto della Proprietà Intellettuale (PI) vedrà via via cedere il passo ad una “strategia di valorizzazione dei risultati dei progetti finanziati dall’Agenzia”. ‘Valorizzare’ è concetto molto più ampio di ‘brevettare’ ed i nuovi strumenti di tutela (a partire da brevetti, modelli di design, marchi ecc.) confluiranno nei prossimi anni in nuovi concetti quali “Knowledge and Technology Intelligence”, “foresight tecnologico e brevettuale”, “Patent Data” ecc.

Alcune  risorse  saranno  impiegate  nella  creazione  di  una ‘ontologia comune di valorizzazione’ che allarghi lo spettro degli strumenti a disposizione, aumenti la consapevolezza, sedimenti la cultura della tutela e supporti indirettamente la definizione di nuove traiettorie tecnologiche utilizzando informazioni miste da database brevettuali e scientifici

DIRITTI DI PROPRIETÀ INTELLETTUALE

Un naturale dominio di applicazione saranno i rapporti con le aziende beneficiarie dei contratti ASI verso   le   quali   potranno   essere   proposti   nuovi   modelli   di   valorizzazione   congiunta ancorché mista (contemplando per esempio accordi di licenza, sviluppo industriale per buyback dei risultati, ecc.) o con le quali si potranno valutare approcci più vicini all’ Open Innovation per affrontare il dilemma: segreto industriale o brevetto di dominio pubblico? In continuità con quanto delineato nei piani annuali, la “strategia di valorizzazione dei risultati dei progetti supportati dall’Agenzia” continuerà a promuovere l’organizzazione di momenti di diffusione e approfondimento della cultura della PI (es.  normative, limiti, procedure, ecc.) nonché l’individuazione di prodotti contrattuali ASI che possono fornire PI identificate per un trasferimento tecnologico anche verso terzi. L’ontologia sopra citata potrà essere applicata non solo per identificare i risultati di ricerca (brevettati o non) che hanno maggiori prospettive di valorizzazione ma anche per disegnare un nuovo approccio che supporti invenzioni industriali e tecnologiche non generate da contratti ASI ma che potranno avere ricadute nel campo aerospaziale nel medio-lungo termine e generare casi virtuosi di spin-in.

La collaborazione con gli atenei italiani sarà un altro tassello fondamentale se si pensa al rinnovato legame con  gli  ILO (Industrial Liaison Office)  e  i  TTO (Technology Transfer Office) delle  principali  università  e  politecnici,  per  generare  produttive  collaborazioni  di valorizzazione ed in linea anche con le direttive ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca) mentre, non ultimo, anche il programma nazionale ‘Space  Economy’ sarà un importante banco di prova per testare nuovi modelli  di  valorizzazione  e trasferimento  in vista della nuova strategia  di valorizzazione caratterizzata dal dualismo  tra ‘portafoglio brevetti’ e ‘portafoglio di conoscenze’.

Link Utili

https://spacesolutions.esa.int/patents.html

http://www.esa.int/Enabling_Support/Space_Engineering_Technology/IP_for_commercialisation

https://uibm.mise.gov.it/index.php/it/

 

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE

L’Unità ITT (Innovazione e Trasferimento Tecnologico) dell’ASI gestisce il portfolio brevettuale dell’Agenzia favorendo iniziative che ne valorizzino l’applicazione e l’utilizzo anche in settori diversi da quello spaziale.

Tale attività è condotta coerentemente con le iniziative in essere nell’ambito del programma ESA TTP (ESA Technology Transfer Programme) ove, oltre alla promozione dei brevetti dell’ESA sono inseriti anche le offerte tecnologiche brevettuali dell’ASI.

Link Utili

https://www.epo.org/index.html

https://worldwide.espacenet.com/

https://www.wipo.int/portal/en/index.html

 

COSA POSSIAMO FARE PER TE

Per maggiori informazioni contattaci scrivendo a ITT@asi.it

‣ News

MERCOLEDÌ 01 APRILE 2020

Comparini alla guida di Thales Alenia Space Italia ‣

Il Presidente Saccoccia: Ringrazio Massimo Comparini per l’ottimo lavoro svolto come Amministratore Delegato della nostra partecipata eGEOS MORE...

GIOVEDÌ 26 MARZO 2020

L’Agenzia spaziale italiana promuove Start Cup Lazio 2020 ‣

Pubblicazione Bando 2020 MORE...

MERCOLEDÌ 19 FEBBRAIO 2020

Al via il 9th Australian Space Forum ad Adelaide con il Presidente dell’ASI, Giorgio Saccoccia ‣

L'evento si è aperto oggi alla presenza delle autorità australiane MORE...

MERCOLEDÌ 20 NOVEMBRE 2019

Le imprese dello spazio allo SpaceCom di Houston ‣

Si è aperta al George Brown Congress Center la quarta edizione della manifestazione SpaceCom, in programma dal 20 al 21 novembre a Houston, in Texas. La conferenza ed esposizione commerciale spaziale americana, affronta le questioni strategiche che incidono sul settore della space economy le cui previsioni di crescita sono importanti, tanto che secondo l'istituto bancario Morgan Stanley nel 2040 il giro di affari potrà valere 1500 miliardi di Euro. Alla manifestazione prende parte anche l'Italia su promozione dell'Istituto per il Commercio Estero e il supporto dell'Agenzia Spaziale Italiana. La foto in alto è stata scattata in occasione della visita del Direttore Generale del Ministero per lo Sviluppo Economico, Amedeo Teti. Alla sua sinistra Antonietta Baccanari, Direttore dell'ufficio di Houston dell'Ice e Jackson Harar dello Spacecom, Alla destra James Causey e Richard Hodge, rispettivamente direttore esecutivo e responsabile commerciale della manifestazione e, a seguire, il Console Generale italiano di Houston, Federico Ciattaglia. Nella foto sottostante la Ceo della Brice Space and Tecnology, Carissa Christensen, ospite dell'agorà realizzata dall'Agenzia spaziale italiana a completamento dell'area Italia,  dove ha illustrato le attività dell'azienda di cui è anche fondatrice. SpaceCom opera nell'ambito di un accordo di Space Act con la NASA. Nel 2019, l'Ufficio del Commercio spaziale del Dipartimento del Commercio e l'Ufficio delle Transizioni tecnologiche del Dipartimento dell'Energia si sono uniti alla NASA e all'industria spaziale privata per far crescere l'iniziativa, sulla quale l'Italia e l'Asi, unitamente alla manifestazione di Colorado Spring, hanno deciso di investire per promuovere l'industria italiana in particolare le piccole  medie imprese.  

LUNEDÌ 28 OTTOBRE 2019

Maria Cristina Falvella Presidente Fondazione Amaldi ‣

Cambio al vertice della Fondazione Amaldi. A Roberto Battiston subentra Maria Cristina Falvella MORE...