L’esplorazione e l’utilizzazione dello spazio, confinate al nostro sistema solare, richiedono l'immissione in orbita di satelliti, di stazioni spaziali, di sonde interplanetarie e di razzi. Tutto ciò ha però provocato e continua a provocare un impatto ambientale nello spazio circumterrestre

Il problema maggiore è costituito dal fatto che nello spazio è molto difficile e costoso, con l'attuale tecnologia, ripristinare condizioni dell’ambiente spaziale circumterrestre vicine a quelle originarie.

L’ASI ha il compito di registrare e monitorare il comportamento degli oggetti italiani lanciati e residenti nello spazio.

Il registro aggiornato è consultabile qui.

 

Informazioni concernenti il registro italiano degli oggetti lanciati nello spazio
Prima dell’avvio dell’era spaziale (1957) l’unica forma di popolamento dello spazio era costituita dal naturale flusso di micro meteoriti provenienti dallo spazio profondo.

‣ News

DOMENICA 18 LUGLIO 2021

Addio al Professor Giuseppe Cesare Perola ‣

Il  Professor Perola ha contribuito all'ideazione e alla realizzazione della missione Beppo SAX MORE...

MERCOLEDÌ 07 LUGLIO 2021

APRE dà il via alla Settimana HORIZON EUROPE italiana ‣

Cinque giorni, 24 sessioni per esplorare il Programma Quadro Europeo per la Ricerca e l’Innovazione MORE...

LUNEDÌ 05 LUGLIO 2021

Webinar on the follow-on activities of the IV International Space Forum (ISF) 2019 – The Mediteranean Chapter ‣

Il webinar è stato organizzato da ASI e UniMediterranea MORE...

VENERDÌ 02 LUGLIO 2021

L’ASI ha approvato la Relazione sulla Performance 2020 ‣

Il documento è stato validato dall’Organismo Indipendente di Valutazione con atto del 28 giugno 2021 MORE...

MARTEDÌ 22 GIUGNO 2021

Siglata la lettera d’intenti tra Italia e Slovenia per una cooperazione in campo spaziale ‣

A firmare il ministero dello Sviluppo Economico e Tecnologico della Repubblica di Slovenia e il presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana MORE...