Il 13, 14 e 15 novembre e il 10, 11, 12 dicembre l’ASI riaprirà le proprie porte agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado

Dopo il grande successo delle prime giornate degli ASI Open Days, svoltesi a marzo e a maggio 2019, l’Agenzia Spaziale Italiana riaprirà le proprie porte agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado il 13, 14 e 15 novembre e il 10, 11, 12 dicembre 2019. 

Un programma ricco di attività e attrazioni attende gli studenti che parteciperanno a questo secondo appuntamento degli ASI Open Days: sei giorni all’insegna della scienza spaziale e del divertimento, con esperti del settore che guideranno i piccoli visitatori alla scoperta dello spazio.

Gli ASI Open Days rientrano tra le attività di education e di diffusione della cultura spaziale che l’ASI rivolge alle scuole primarie e secondarie di primo grado e, dunque, a studenti con età compresa tra gli 8 e i 13 anni a cui si intendono proporre attività interattive, esercitazioni e laboratori capaci di ispirare i giovani visitatori e i loro insegnanti.

Solo un mese fa l’Astronauta Luca Parmitano è diventato il primo comandante italiano della Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Vogliamo celebrare questo momento parlando della ISS e della vita degli astronauti che si trovano a bordo. La Stazione Spaziale è infatti il primo avamposto umano nello Spazio. Capiremo come è nata la ISS e ne studieremo caratteristiche e moduli principali. Ma soprattutto scopriremo cosa fanno ogni giorno gli astronauti: dai diversi esperimenti scientifici ai test continui che devono effettuare sul proprio corpo sottoposto a condizioni di microgravità. E capiremo come le attività che svolgono vadano inquadrate nel quadro più ampio del tentativo di vivere in futuro permanentemente nello Spazio e colonizzare altri pianeti. Proprio per questo dedicheremo la nostra attenzione anche al Pianeta Marte: un pianeta per alcuni versi simili al nostro, la cui colonizzazione sembra diventare - giorno dopo giorno - sempre più tecnicamente possibile.  I giovani visitatori comprenderanno quali sono le difficoltà connesse all’atterraggio di una sonda sul pianeta rosso e impareranno come superarle. Gli studenti avranno anche l’opportunità di costruire un modello funzionante di lander e di cimentarsi in alcune missioni in un ambiente marziano simulato, scoprendo cosa sono e a cosa servono i rover e quali sono le sfide legate alla loro progettazione.

Grande spazio sarà destinato ai laboratori “hands-on” dove gli studenti, divisi in gruppi, impareranno vari concetti sperimentando e utilizzando il metodo scientifico anche con l’aiuto di modelli e di entusiasmanti video.

Ogni giorno 80 studenti avranno l’opportunità di partecipare con i loro insegnanti a un programma che incoraggerà il ragionamento scientifico e il lavoro di gruppo. Ogni giornata avrà durata dalle 08.45 alle 14.30 circa: dopo una breve introduzione da parte di un rappresentante ASI, ogni classe parteciperà a una varietà di esercitazioni di un’ora, con un’ora prevista per la pausa pranzo e con la possibilità di consumare acqua e merenda propria durante le brevi pause indicate dagli animatori scientifici che seguiranno i gruppi di studenti insieme con i loro insegnanti.

La partecipazione all’evento sarà riservata a un numero massimo giornaliero di 80 studenti. Per registrarsi e verificare la disponibilità, le scuole interessate dovranno inviare un’e-mail a education@asi.it specificando:

  • nome e tipo di istituto scolastico;
  • numero studenti partecipanti e classe frequentata;
  • numero docenti partecipanti e i riferimenti e i contatti (cellulare ed e-mail) di un docente di riferimento.

Una volta ricevuta comunicazione di accettazione da parte di ASI, le scuole dovranno inviare un elenco con i riferimenti di tutti i partecipanti e una liberatoria per la realizzazione e la pubblicazione di immagini realizzate nel corso dell’evento educativo. 

La partecipazione è gratuita.

Nel caso in cui il numero delle richieste dovesse superare la ricettività indicata, l’Unità Attività di Formazione di ASI esaminerà le domande pervenute e selezionerà le scuole partecipanti agli ASI Open Days sulla base dei seguenti criteri:

  1. partecipazione a eventi ASI: le scuole che non hanno ancora avuto l’opportunità di partecipare a precedenti eventi ASI avranno la priorità;
  2. sede dell’istituto scolastico: al fine di favorire la più ampia partecipazione agli eventi ASI a livello nazionale, le richieste di partecipazione da parte di istituti scolastici con sede al di fuori del comune di Roma avranno la priorità.

In caso di parità di punteggio, si adotterà il criterio dell’ordine cronologico di presentazione della richiesta di partecipazione da parte degli istituti scolastici.

Diffondete la notizia, un’altra entusiasmante avventura sta per cominciare. 

‣ News

VENERDÌ 25 SETTEMBRE 2020

Firmata Dichiarazione d’Intenti tra Governo Italiano e Governo degli Stati Uniti sul programma lunare Artemis ‣

L’intesa è stata sottoscritta dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo spazio Riccardo Fraccaro e dall’Amministratore di NASA Jim Bridenstine, in rappresentanza del governo USA MORE...

GIOVEDÌ 24 SETTEMBRE 2020

e-GEOS presenta il marketplace digitale Cleos ‣

La piattaforma mette al centro il cliente per rivoluzionare il tradizionale approccio alla geoinformazione MORE...

MERCOLEDÌ 16 SETTEMBRE 2020

Fraccaro, Saccoccia e Profumo salutano ExoMars ai laboratori di Thales Alenia Space a Torino ‣

Ultimo sguardo da vicino ai componenti della missione europea a guida italiana che nel 2022 partirà alla volta di Marte in cerca di tracce di vita sotto la superficie del pianeta MORE...

MARTEDÌ 15 SETTEMBRE 2020

E’ morto Nichi D’amico, presidente dell’Inaf ‣

Ne ha annunciato la prematura scomparsa l'Istituto Nazionale di Astrofisica. Il cordoglio del presidente dell'ASI MORE...

MARTEDÌ 15 SETTEMBRE 2020

L’INDUSTRIA ITALIANA IN PRIMA LINEA NELLA MISSIONE HERA DELL’ESA   ‣

Al via i preparativi della missione europea per la difesa planetaria, in cui l’industria italiana, con il supporto dell’Agenzia Spaziale italiana, vanta un’importante partecipazione. L’ASI in collaborazione con la comunità scientifica ha deciso di dedicare uno dei due CubeSat al professor Andrea Milani    MORE...