Grazie all’ASI le scuole potranno richiedere i dati satellitari di PRISMA e COSMO-SkyMed per studiare i cambiamenti climatici. Iscrizioni aperte fino al 22 dicembre 2021

Sono aperte le adesioni al progetto Climate Detectives, un progetto realizzato nel nostro Paese nell’ambito del programma educativo ESERO Italia: indaghiamo i cambiamenti climatici, che consentirà agli studenti di scuola primaria e secondaria di vestire i panni di "investigatori climatici", imparare argomenti che riguardano l'ambiente della Terra e sviluppare competenze scientifiche attraverso l'indagine pratica e la raccolta dati.

Gli studenti identificheranno un problema sul clima locale, lo studieranno usando immagini satellitari reali o proprie misure da terra e alla fine proporranno azioni da intraprendere per attenuarlo o tenerlo sotto controllo. Alla fine condivideranno i loro risultati con la comunità ESA di Climate Detectives attraverso la piattaforma condivisa del progetto. In questo modo tutti potranno imparare dal loro lavoro e gli studenti avranno anche la possibilità di aumentare la loro consapevolezza sulla questione climatica.

Gli obiettivi di progetto sono quelli di promuovere l'insegnamento e l'apprendimento di competenze e abilità STEM, inclusi il metodo scientifico, la raccolta dati e la loro visualizzazione ed elaborazione e di aumentare la consapevolezza e la conoscenza del clima terrestre delle generazioni più giovani, sia come tema globale che ambientale a livello locale, e prepararle alle sfide del prossimo secolo.

Nel format italiano di Climate Detectives una particolare attenzione sarà rivolta alle azioni e ai programmi di ricerca che l'Agenzia Spaziale Italiana mette in campo per lo studio del clima e dei cambiamenti climatici: le missioni spaziali COSMO-SkyMed e PRISMA forniscono costantemente a scienziati ed educatori dati fondamentali per la comprensione dei fenomeni legati ai cambiamenti climatici e per operare le scelte migliori atte a mitigarne gli effetti. Grazie a un team ASI di esperti di downstream e servizi applicativi, queste immagini potranno essere per la prima volta utilizzabili dagli istituti scolastici che, partecipando al progetto, ne faranno richiesta per diventare fonte preziosa di dati nello studio dei cambiamenti climatici. Grazie a queste missioni l'Italia e l'Europa hanno a disposizione dei formidabili strumenti per studiare il clima dallo spazio e prevederne le caratteristiche future.

- gestire immagini di grandi dimensioni

- leggere l’informazione proveniente da un dato difficile da interpretare

- estrarre informazioni di interesse

- individuare dei bersagli tramite la loro firma spettrale

Per aderire al progetto e per ogni richiesta di informazioni: climatedetectives@esero.it

Link alla pagina dedicata al progetto Climate Detectives sul sito ESERO Italia (cliccare qui).


Video “Programma ESERO: La tecnologia spaziale per il controllo e l'adattamento ai cambiamenti climatici” del 25 novembre 2021, presso il Museo della Scienza di Trento

Il video è disponibile a questo link (cliccare qui)

Climate Detectives è un progetto europeo per studenti tra gli 8 e i 15 anni, promosso dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e realizzato in Italia nell’ambito del programma ESERO Italia, finanziato e coordinato da ASI ed ESA. Il progetto proposto ha come obiettivo di base la promozione e l’insegnamento di competenze e abilità: metodo scientifico, raccolta, visualizzazione ed elaborazione dati. Il progetto si occupa anche della crescita di consapevolezza per le generazioni più giovani e la conoscenza del cambiamento climatico.

In data 25 novembre 2021, nell’ambito del progetto Climate Detectives è stato organizzato un webinar dedicato all’uso delle tecnologie spaziali per il controllo, lo studio e l'adattamento ai cambiamenti climatici. Durante tale incontro sono state presentate le missioni spaziali italiane, PRISMA e COSMO-SkyMed Prima e Seconda Generazione.

Sono inoltre state mostrate le procedure di accesso per l’attivazione delle licenze d’uso dei dati PRISMA e COSMO-SkyMed, le procedure per verificare la disponibilità di dati negli archivi delle missioni, le modalità di nuove acquisizioni di dati PRISMA e COSMO-SkyMed, sono stati inoltre mostrati degli esempi di elaborazione di dati satellitari. Una buona parte del webinar è stata dedicata a dei casi studio di utilizzo delle immagini ottenute da tali satelliti. Nello specifico, sono stati selezionati e mostrati studi significativi relativi alle potenzialità di PRISMA e COSMO-SkyMed in diversi campi di applicazioni, quali il monitoraggio della vegetazione agricola, delle acque interne, delle frane, dei vulcani, delle infrastrutture, dei ghiacci.

‣ News

MARTEDÌ 25 GENNAIO 2022

LA SINFONIA DELLE MACCHIE SOLARI ‣

La scoperta delle più estese oscillazioni risonanti in una struttura magnetica stellare in uno studio appena pubblicato e che coinvolge ricercatori dell’ASI e dell’INAF MORE...

LUNEDÌ 24 GENNAIO 2022

ASI: pronto al lancio dalla Florida il secondo satellite della costellazione COSMO-SkyMed di Seconda Generazione ‣

Il sistema COSMO-SkyMed, finanziato dall’Agenzia Spaziale Italiana con fondi assegnati dal Ministero dell’Università e della Ricerca e dal Ministero della Difesa, è frutto ed espressione delle migliori competenze dell’industria spaziale italiana, con Leonardo e le sue joint venture Thales Alenia Space e Telespazio e con il contributo di un numero significativo di piccole e medie imprese MORE...

VENERDÌ 21 GENNAIO 2022

L’imprevedibile evoluzione temporale dei protoni nei raggi cosmici misurata da AMS-02 ‣

L'articolo pubblicato su Physics Review Letters  studia l’evoluzione temporale del flusso di protoni nei raggi cosmici MORE...

MERCOLEDÌ 19 GENNAIO 2022

MoRe-ASI: “Direct Measurement of Galactic Cosmic Rays” ‣

Il prossimo seminario MoRe-ASI si terrà il 26 gennaio alle ore 15 MORE...

MERCOLEDÌ 19 GENNAIO 2022

Ricerca dell’acqua su Marte, un nuovo studio ‣

Intervista al team di scienziati italiani autori dell'articolo che valuta il ruolo dell'argilla e dei sali sull'origine dei riflessi luminosi basali di Marsis MORE...