Firmato l'accordo per il lancio del nuovo programma spaziale europeo

22 Giugno 2021

Dopo mesi di trattative, l'ESA e l'UE hanno firmato oggi un nuovo accordo quadro di partenariato finanziario (FFPA) nel corso di una cerimonia per celebrare il lancio del nuovo programma spaziale dell’UE. Questo accordo segnerà un nuovo inizio per le attività spaziali in Europa e rappresenta un importante passo avanti nelle relazioni tra l'ESA e l'UE. È anche una delle priorità principali dell'Agenda 2025, la tabella di marcia del Direttore Generale dell'ESA Josef Aschbacher.

"Questo è un risultato importante per l'ESA, riconosciuta per la sua eccellenza scientifica e competenza tecnica nella progettazione di sistemi spaziali e strutture a terra a beneficio dei cittadini europei - ha affermato il direttore generale dell'ESA Josef Aschbacher -  sono grato e vorrei ringraziare il Commissario Thierry Breton per la fiducia accordata all'ESA, la cui esperienza in tutti i settori delle attività spaziali è qui ricompensata da una cooperazione rafforzata tra le nostre due istituzioni, portando una nuova ambizione per lo spazio in Europa".

Il nuovo programma spaziale dell'UE garantirà la continuità e rafforzerà i programmi  come Galileo, Copernicus ed EGNOS, che sono stati progettati dall'ESA e hanno posizionato l'Europa in un ruolo di primo piano globale nei settori dell'osservazione e della navigazione della Terra. Sosterrà inoltre nuove iniziative soprattutto nel campo della connettività sicura, della ricerca e sviluppo e della commercializzazione spaziale, dove l'ESA svolgerà un ruolo chiave, offrendo anche nuove opportunità di finanziamento per l'imprenditorialità.

L'accordo firmato oggi rappresenta un investimento dell'UE di quasi 9 miliardi di euro nel periodo 2021-2027, per l'ESA e l'industria europea per progettare sistemi e programmi di nuova generazione, cruciali per l'economia e un'Europa verde e digitale. Questo finanziamento si aggiunge al budget dell'ESA e quindi consolida un insieme ambizioso di programmi obbligatori e facoltativi, come definito dagli Stati membri dell'ESA.

L'accordo FFPA definisce i ruoli e le responsabilità di tutti i partner, la Commissione europea, l'ESA e la nuova agenzia per il programma spaziale dell'UE, EUSPA, nata lo scorso 12 maggio. Garantirà inoltre il livello di autonomia dell'ESA necessario per sviluppare e attuare efficacemente i programmi.

Negli ultimi due decenni, l'ESA ha sviluppato con successo Copernicus e i sistemi di navigazione satellitare Galileo ed EGNOS. Copernicus è un punto di svolta ed è diventato rapidamente, attraverso la sua componente spaziale, il più grande fornitore di dati di osservazione della Terra gratuiti e aperti al mondo. L'FFPA consentirà a questo programma di punta di essere portato al livello successivo, rafforzando il ruolo dell'ESA come architetto dell'osservazione della Terra europea sviluppando e costruendo le missioni di espansione Sentinel e le missioni di prossima generazione Sentinel, al fine di rispondere a nuovi utenti emergenti e urgenti esigenze e per garantire una maggiore continuità dei dati attuali. Tali missioni monitoreranno vari aspetti del cambiamento climatico e sosterranno l'attuazione delle politiche chiave dell'UE, come il Green Deal. Ciò pone l'Europa al centro della scena spaziale internazionale, rafforzando il suo ruolo guida nella lotta ai cambiamenti climatici, nel monitoraggio della biodiversità e nel sostegno ai soccorsi in caso di catastrofe.

Galileo è la costellazione civile globale di navigazione satellitare europea e un grande successo, essendo attualmente il sistema di navigazione satellitare più preciso al mondo e offrendo una precisione su scala metrica a oltre due miliardi di utenti in tutto il mondo. L'FFPA porterà Galileo al livello successivo con lo sviluppo della seconda generazione, un ulteriore passo avanti con l'utilizzo di molte tecnologie innovative per garantire precisione, robustezza e flessibilità del sistema senza precedenti. Ciò rafforzerà l'economia europea con la prospettiva di molti nuovi dispositivi e servizi per offrire capacità di posizionamento, una vera rivoluzione per le auto a guida autonoma emergenti, i droni autonomi e l'intera "Internet delle cose". EGNOS è il sistema di potenziamento basato su satellite (SBAS) più avanzato al mondo, che offre una precisione di posizione garantita senza precedenti, non solo al settore dell'aviazione, ma anche ad altri settori dei trasporti e dell'agricoltura.

L'accordo FFPA include componenti aggiuntivi sotto la responsabilità dell'ESA, come la preparazione e la progettazione del futuro segmento spaziale GOVSATCOM e la convalida di un prototipo per il satellite Quantum Key Distribution a supporto della nuova ammiraglia dell'UE sulla connettività sicura, servizio di dimostrazione/convalida in orbita e attività di sicurezza spaziale per monitorare i rischi spaziali.

‣ News

DOMENICA 18 LUGLIO 2021

Addio al Professor Giuseppe Cesare Perola ‣

Il  Professor Perola ha contribuito all'ideazione e alla realizzazione della missione Beppo SAX MORE...

MERCOLEDÌ 07 LUGLIO 2021

APRE dà il via alla Settimana HORIZON EUROPE italiana ‣

Cinque giorni, 24 sessioni per esplorare il Programma Quadro Europeo per la Ricerca e l’Innovazione MORE...

LUNEDÌ 05 LUGLIO 2021

Webinar on the follow-on activities of the IV International Space Forum (ISF) 2019 – The Mediteranean Chapter ‣

Il webinar è stato organizzato da ASI e UniMediterranea MORE...

VENERDÌ 02 LUGLIO 2021

L’ASI ha approvato la Relazione sulla Performance 2020 ‣

Il documento è stato validato dall’Organismo Indipendente di Valutazione con atto del 28 giugno 2021 MORE...

MARTEDÌ 22 GIUGNO 2021

Siglata la lettera d’intenti tra Italia e Slovenia per una cooperazione in campo spaziale ‣

A firmare il ministero dello Sviluppo Economico e Tecnologico della Repubblica di Slovenia e il presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana MORE...