Il satellite  argentino è stato posizionato in orbita polare dal Falcon 9 di SpaceX

31 Agosto 2020

SpaceX completa il primo lancio in orbita polare portando con sé Saocom 1B il secondo satellite dell’omonima costellazione argentina per l’Osservazione della Terra parte del sistema Siasge (Sistema italo-argentino di satelliti per la gestione delle emergenze) frutto di una collaborazione fra la Commissione nazionale delle attivita' spaziali (Conae) argentina e l'Agenzia Spaziale Italiana. Falcon 9 si è staccato dalla piattaforma di lancio del Kennedy Space Center in Florida nella notte del 30 agosto scorso quando in Italia era l’1:18. Circa quattordici minuti dopo il decollo il razzo ha dispiegato  prima Saocom 1b  e poi circa un’ora più tardi due altri payload, lo  smallsat Tyvak-0172  e il satellite Gnomes -1 di Planeti Q. Si tratta di un nuovo record per SpaceX: l’ultimo lancio in orbita polare da Cape Canaveral risale al 1969 con la missione Essa 9, un satellite metereologico partito a bordo di un razzo Delta.

«Congratulazioni ai colleghi ed amici della Comisión Nacional de Actividades Espaciales (Conae) per il lancio di Saocom 1B - commenta il presidente dell’Asi Giorgio Saccoccia - l’Asi è orgogliosa di avere contribuito al successo di questo risultato, che non solo segna una pietra miliare nella storia dello spazio argentino e di tutta l’America Latina, ma rafforza la cooperazione tra Italia e Argentina nel settore dell’osservazione della Terra, con il completamento del Sistema Italo-Argentino Satellitare per la Gestione delle Emergenze Ambientali e lo Sviluppo Economico (Siasge), che vede l’interoperabilità  del sistema Cosmo-SkyMed radar in banda X con i 2 satelliti Saocom radar in banda L. Italia e Argentina  si attendono importanti ricadute economiche e sociali per entrambi i Paesi».

Il primo satellite della costellazione Saocom è stato lanciato dalla base di Vandenberg in California il 7 ottobre 2018. Saocom A e Saocom 1B sono equipaggiati con  un radar ad apertura sintetica Sar in banda L e insieme ai quattro satellite della costellazione italiana  Cosmo-SkyMed, forniti di radar ad apertura sintetica in banda X, fanno parte di un sistema unico al mondo per la gestione delle emergenze a livello mondiale. Il sistema è stato concepito con l’obiettivo di integrare i dati e le applicazioni fornite dalle due costellazioni che saranno in grado di fornire preziose informazioni per la gestione e la prevenzione delle emergenze naturali e ambientali.

‣ News

GIOVEDÌ 15 APRILE 2021

L’Ambasciata d’Italia in Argentina celebra la Giornata della Ricerca Italiana nel Mondo ‣

L'evento è dedicato alla cooperazione nelle tecnologie spaziali tra i due Paesi. Live sul canale Youtube dell'Ambasciata MORE...

MARTEDÌ 13 APRILE 2021

Hyperspectral Remote Sensing Workshop 2021: PRISMA Mission and beyond, al via la prima giornata ‣

Il 13 e 14 aprile in ASI. Guarda il video della sessione introduttiva MORE...

MARTEDÌ 30 MARZO 2021

Satelliti in prima linea per la tutela della Pineta di Castelfusano ‣

Il progetto sperimentale prevede l’utilizzo dei satelliti di Osservazione della Terra Copernicus, PRISMA e Athena Fidus per le telecomunicazioni MORE...

MERCOLEDÌ 17 MARZO 2021

Workshop di consultazione della comunità scientifico/applicativa sulla missione ESA NGGM/MAGIC – la sintesi ‣

Dopo l’esperienza di GOCE, l’Agenzia Spaziale Europea ha recentemente approvato uno studio di fattibilità per una nuova missione di gravità, denominata NGGM “NextGeneration Gravity Mission” (nota anche come MAGIC - Mass-change and Geosciences International Constellation), da realizzare in collaborazione con la NASA.

L'obiettivo della missione è il monitoraggio a lungo termine delle variazioni temporali del campo gravitazionale terrestre ad alta risoluzione temporale (fino a 3 giorni) e spaziale (100 km), abilitando in questo modo lo sviluppo di nuove attività scientifiche e applicative nei settori dell'idrologia, della criosfera, dell'oceanografia, della Terra solida e del cambiamento climatico.

In tale contesto l’ASI ha voluto riunire i vari soggetti interessati organizzando un evento nazionale per presentare le caratteristiche della missione, favorire il dialogo tra il comparto industriale e il mondo accademico, raccogliere prospettive e idee innovative per il rafforzamento, la crescita e la valorizzazione delle eccellenze dell’industria e della ricerca italiana del settore.

L’agenda del workshop è reperibile al seguente link

La sintesi del Workshop è invece scaricabile da questo link

Dai link sottostanti è infine possibile scaricare tutte le presentazioni mostrate durante l’evento, incluso un contributo ricevuto a valle del workshop relativo alla validazione a terra delle misure satellitari.

Presentazione 1 Presentazione 2 Presentazione 3 Presentazione 4 Presentazione 5 Presentazione 6 Presentazione 7 Presentazione 8 Presentazione 9 Presentazione 10 Presentazione 11

LUNEDÌ 08 MARZO 2021

Emergenza Messico: l’aiuto dei dati satellitari ‣

Un nuovo studio, condotto dai ricercatori dell'ASI, ha indagato gli impatti ambientali che l'incremento della popolazione e la conseguente domanda di acqua potabile stanno comportando nelle città messicane MORE...