ASI - Agenzia Spaziale Italiana - Missioi e ProgettiASI - Agenzia Spaziale Italiana - Missioi e Progetti

LARES

Satellite per misure relativistiche

Linea Tematica Verifica della Relatività Generale
Responsabilità Missione ASI
Data Lancio 13 febbraio 2012
Fine Missione indefinita

 

Descrizione
LARES
(LAser Relativity Satellite) è una missione dell’Agenzia Spaziale Italiana che permetterà di raggiungere importanti obiettivi scientifici nel campo della fisica gravitazionale, fisica fondamentale e scienze della Terra. Il satellite LARES, completamente passivo, è una sfera in tungsteno che ospita retroriflettori, grazie ai quali sarà possibile conoscerne la posizione da terra con elevatissima precisione. I dati saranno acquisiti attraverso l’"International Laser Ranging Service" (ILRS), una rete di varie stazioni di laser ranging nel mondo che, in base a precisi accordi internazionali, offre gratuitamente il servizio e rende immediatamente disponibili a tutti i dati. . L’analisi dei dati sarà svolta da un centro appositamente creato. LARES è stato selezionato da ESA come primo payoad per il volo inaugurale del piccolo lanciatore VEGA, pianificato per febbraio 2012 dal Guiana Space Centre di Kourou. Di conseguenza, il LARES system avrà anche l’importante compito di contribuire agli obiettivi di qualifica del lanciatore, mediante un sistema di telemetria dedicato che caratterizzerà per la prima volta le condizioni ambientali durante la fase di lancio.

Obiettivi Scientifici
La teoria della Relatività Generale di Albert Einstein, teoria su cui si basa gran parte della nostra comprensione dell’Universo, pur avendo avuto già diverse conferme sperimentali, continua ad essere messa alla prova dagli scienziati. I due filoni in cui si concentrano attualmente gli sforzi sono la rivelazione delle onde gravitazionali e la misura sempre più accurata dell’effetto Lense-Thirring. L’effetto Lense-Thirring descrive la distorsione dello spazio-tempo causata dalla rotazione di un corpo dotato di massa ed è stato misurato con una precisione del 10% attraverso la valutazione della variazione dell’orbita dei satelliti italo-americani LAGEOS e LAGEOS 2, misurata per mezzo del laser ranging. La messa in orbita del satellite LARES e l’analisi scientifica dei dati da esso ottenuti permetterà di ottenere un’accuratezza dell’ordine dell’1% nella misura dell’effetto Lense-Thirring. Oltre a questo obiettivo primario, la missione consentirà anche di effettuare importanti misure in Geodinamica e Geodesia spaziale, per la definizione del Sistema di Riferimento Terrestre Internazionale (ITRF).

Contributo Italiano
LARES è una piccola missione tutta italiana. Il principal investigator è Ignazio Ciufolini, dell’Università di Lecce; il satellite è realizzato dalla CGS Spa (Compagnia Generale per lo Spazio), con il supporto di numerose PMI dislocate sul territorio nazionale: Telematic Solution di Roma (RHI) per meccanismo di separazione, SAB (Società Aerospaziale Benevento) di Benevento per la struttura di supporto, TEMIS di Milano per il sistema di telemetria. Inoltre, il LARES system è progettato per ospitare e rilasciare 9 CUBESATs, dei micro-satelliti sviluppati con finalità formative da diverse Università Europee tra cu alcune italiane, ed ALMASAT-1, un micro-satellite sviluppato dall’Università di Bologna per validare tecnologie di propulsione spaziale.

Accordi Internazionali
Il satellite LARES, è stato lanciato il 13 febbraio 2012 come payload principale del primo volo di qualifica del lanciatore VEGA. Ciò ha comportato la necessità della definizione con ESA di diversi documenti per la gestione degli accordi, sia di tipo più prettamente tecnico (Interface Control Document VEGA-LARES) che programmatico-gestionale (Joint Development Plan VEGA-LARES).