Egnos (European geostationary navigation overlay system) è un sistema satellitare sviluppato dall’Agenzia Spaziale Europea, dalla Commissione europea e da Eurocontrol, costituito da una rete di satelliti e basi terrestri per incrementare l’accuratezza del GPS.

Egnos era in grado di rafforzare l’accuratezza del posizionamento da un margine di errore di circa 10-20 metri, a soli 1-2 metri, sopra il territorio dell’Unione europea e su buona parte del Mediterraneo.  Il sistema satellitare utilizzava tre satelliti geostazionari, quattro centri di controllo principali e circa quaranta stazioni a terra che elaborano i segnali inviati dai satelliti statunitensi GPS.

Tra i vantaggi, le applicazioni nell’aviazione civile, nel traffico marittimo, nel soccorso alpino e in agricoltura.

L’Agenzia Spaziale Italiana ha applicato le tecnologie satellitari di Egnos in programmi dedicati al controllo della circolazione ferroviaria e all’infomobilità, in particolare in collaborazione con la Regione Sardegna.

‣ News

MERCOLEDÌ 30 GIUGNO 2021

LaserCube in orbita ‣

Stellar Project lancia LaserCube nell’ambito del programma ARTES di ESA con il supporto dell’ASI MORE...

VENERDÌ 28 MAGGIO 2021

ESA, due contratti per i satelliti di Galileo Next Generation ‣

I due contratti siglati con Thales Alenia Space Italia e Airbus ammontano a 1,47 miliardi di euro MORE...

LUNEDÌ 19 APRILE 2021

Al via la consultazione ENTRUSTED ‣

ENTRUSTED è un progetto di ricerca finanziato dall’Unione Europea nel programma Horizon 2020 coordinato dalla European GNSS Agency MORE...

MERCOLEDÌ 03 MARZO 2021

Galileo 2, contratto ESA-Thales per sei nuovi satelliti ‣

I sei satelliti verranno messi in orbita entro il 2024 MORE...

GIOVEDÌ 23 LUGLIO 2020

Galileo Masters 2019, l’intervista ai vincitori ‣

L'ASI ha aderito e supportato la competizione per l'innovazione che premia i migliori prodotti e servizi che utilizzano la navigazione satellitare MORE...