Una nuova missione Nasa, programmata per il 2022, verso il più prezioso tra gli asteroidi che si pensa possa contenere circa 700 quintilioni di dollari di metalli pensanti preziosi tra cui oro e platino

 

Chi vuol essere trilionario?  Non si tratta di un nuovo quiz televisivo e per ‘vincere’ serve spingersi molto oltre… tanto da raggiungere la fascia degli asteroidi. Gran parte della ricchezza dei primi trilionari del mondo entro il prossimo secolo potrebbe derivare proprio dall’estrazione di risorse preziose degli asteroidi. Nella cornice di questa nuova industria spaziale si inserisce una missione Nasa, programmata per il 2022, verso il più prezioso tra questi oggetti: si chiama Psyche 16 e rientra tra i dieci più grandi corpi della fascia principale, situato ad una distanza circa tre volte quella della Terra dal Sole.

Ciò che rende Psyche particolarmente interessante, per la comunità scientifica, è la sua composizione quasi pura, metallica. Secondo i dati ottenuti dalle osservazioni radar, l’asteroide è composto principalmente di ferro e nichel, composizione simile al nucleo terrestre. Questo lo differenzia dalla maggior parte di altri corpi composti per lo più da minerali silicati o composti carboniosi e spinge gli scienziati a credere sempre di più che Psyche, con i suoi 225 km di diametro, potrebbe essere il nucleo residuo di un pianeta. Per questo motivo il suo studio potrebbe rivelare informazioni preziose sulla formazione del Sistema Solare.

I dati che la missione produrrà attirano anche la curiosità del nuovo mercato emergente, interessato ai 700 quintilioni di dollari di metalli pesanti preziosi, tra cui oro e platino, che sembrerebbero essere contenuti all’interno di Psiche. Una cifra seguita da ben 30 zeri. Ma per questo tipo di missioni minerarie bisognerà aspettare tra i 25 e i 50 anni per allestire infrastrutture dedicate e punti di rifornimento su Luna e Marte. Nel frattempo la missione Nasa promette di insegnarci molte cose sui pianeti rocciosi del nostro sistema solare.

 

‣ News

VENERDÌ 29 LUGLIO 2022

Astrobio: una sfida ad alta quota ‣

La sua vita operativa avrebbe dovuto essere di poche ore per sperimentare nuove tecnologie. Invece ha continuato a funzionare per oltre due settimane il nanosatellite dell’ASI che ha viaggiato a quote orbitali dense di micidiali radiazioni MORE...

MARTEDÌ 26 LUGLIO 2022

GreenCube: attivato il micro-orto spaziale a 6000 km da terra ‣

A meno di due settimane dal lancio è stata avviata la coltivazione di verdure nel micro-orto tutto italiano grazie a GreenCube, minisatellite dell’ASI e Università Sapienza di Roma MORE...

VENERDÌ 22 LUGLIO 2022

L’olio extravergine d’oliva italiano è in orbita: ha raggiunto la Stazione Spaziale Internazionale ‣

L’esperimento degli oli extravergini rientra nell’accordo fra l’Agenzia Spaziale Italiana e il CREA, in collaborazione con Coldiretti, Unaprol e Telespazio MORE...

MARTEDÌ 19 LUGLIO 2022

Sottoscritto l’Accordo Quadro tra Agenzia Spaziale Italiana e Regione Puglia ‣

Le due istituzioni si impegnano a cooperare attraverso iniziative e progetti di ricerca e sviluppo congiunti in ambito nazionale, comunitario ed internazionale nei settori dell'osservazione della Terra, telecomunicazioni e navigazione satellitare MORE...

MARTEDÌ 19 LUGLIO 2022

Lo spazio italiano in primo piano al Farnborough International Airshow ‣

Un salone aerospaziale denso di impegni per l’ASI e per le industrie spaziali nazionali MORE...