La strada che porta allo spazio passa per il nostro bel Paese.

ITALSAT

Un pioniere delle comunicazioni e il primo satellite dell’ASI

Italsat è stato il primo programma gestito direttamente dall'Agenzia Spaziale Italiana: comprendeva due satelliti sperimentali per telecomunicazioni, lanciati rispettivamente nel 1991 e 1996 dalla base di Kourou, nella Guinea francese.

 

Altamente innovativi, i due satelliti erano caratterizzati dall'impiego di alte frequenze (la cosiddetta banda Ka, a 20/30 GigaHertz) e dalla possibilità di commutare direttamente a bordo il traffico delle telecomunicazioni, indirizzandolo anche con l'impiego di stazioni mobili. Il programma ha consentito di sperimentare e anticipare le principali applicazioni satellitari alla banda larga e ai servizi per utenti mobili, come telecomunicazioni e navigazione.

 

Nel corso della sua operatività, l'Italsat è stato anche utilizzato per lo sviluppo di progetti pilota di tele-educazione e telemedicina. Italsat F1 ha terminato la sua operatività nel 2001. Il suo gemello, Italsat F2, ha operato invece fino al 2002.