Linea Tematica: Corpi minori del Sistema Solare
Responsabilità Missione: NASA
Data Lancio: 7 febbraio 1999
Fine Missione: 24 marzo 2011

 

Descrizione

Stardust è la quarta missione del programma Discovery della NASA e la prima dedicata esclusivamente all’esplorazione di una cometa: Wild 2. La missione è partita nel febbraio del 1999 da Cape Canaveral con un razzo vettore Delta II e dopo un viaggio di quattro anni – durante il quale la sonda ha effettuato un flyby dell’asteroide 5535 Annefrank ad una distanza di 3300 km – il 2 gennaio 2004 STARDUST raggiunge la Cometa Wild2.

La missione ha completato il suo primo ciclo di osservazioni e raccolta campioni nel 2006 ma è stata estesa fino al 2011 con l’obiettivo di studiare la Cometa Tempel 1 – osservata in precedenza nella missione Deep Impact. L’incontro con il corpo celeste è avvenuto il 14 febbraio 2011 e la missione è terminata il 24 marzo 2011, quando la sonda ha esaurito tutto il combustibile.

 

Obiettivi Scientifici 

L’obiettivo primario della missione è stato quello di raccogliere e analizzare campioni di polvere di carbonio provenienti dalla cometa Wild 2, utilizzando uno speciale materiale a bassissima densità chiamato aerogel, simile a una grande racchetta da tennis.

STARDUST ha riportato a terra a campioni di polvere interstellare e frammenti di polveri provenienti al di fuori del nostro Sistema Solare, utili allo studio sull’evoluzione del Sole e gli altri pianeti del Sistema Solare

‣ News

MERCOLEDÌ 02 NOVEMBRE 2022

Neorocks al giro di boa ‣

L'ASI partecipa al progetto finanziato nell'ambito del programma H2020 dell'Unione Europea e coordinato da INAF MORE...

VENERDÌ 28 OTTOBRE 2022

IXPE indaga l’insolito comportamento di Hercules X-1 ‣

La missione NASA-ASI ha puntato i suoi strumenti su Hercules X-1, una stella di neutroni in accrescimento a 21000 anni luce da noi MORE...

MERCOLEDÌ 26 OTTOBRE 2022

Buchi neri supermassicci quieti e inquieti sotto le lenti polarizzate nei raggi X ‣

Le osservazioni svolte dal telescopio spaziale Ixpe, missione congiunta Asi-Nasa MORE...

MERCOLEDÌ 19 OTTOBRE 2022

IXPE rivela i più energetici segreti di una celebre supernova ‣

Per la prima volta gli astronomi hanno misurato e mappato la polarizzazione dei raggi X emessi dai resti di una stella esplosa, chiamata Cassiopea A. Lo studio, ottenuto grazie alle osservazioni di IXPE, missione congiunta NASA-ASI, permetterà di spiegare il ruolo dei campi magnetici nella produzione della radiazione di alta energia nei resti di supernovae MORE...

MERCOLEDÌ 28 SETTEMBRE 2022

Presentata allo IAC una missione innovativa con la partecipazione dell’Unità Ricerca Spaziale di ASI ‣

L’Unità Ricerca Spaziale del Direttorato Scienza e Ricerca dell’ASI ha contribuito a uno studio dell’Università di Cranfield nel Regno Unito MORE...