Linea Tematica: Corpi minori del Sistema Solare
Responsabilità Missione: NASA
Data Lancio: 7 febbraio 1999
Fine Missione: 24 marzo 2011

 

Descrizione

Stardust è la quarta missione del programma Discovery della NASA e la prima dedicata esclusivamente all’esplorazione di una cometa: Wild 2. La missione è partita nel febbraio del 1999 da Cape Canaveral con un razzo vettore Delta II e dopo un viaggio di quattro anni – durante il quale la sonda ha effettuato un flyby dell’asteroide 5535 Annefrank ad una distanza di 3300 km – il 2 gennaio 2004 STARDUST raggiunge la Cometa Wild2.

La missione ha completato il suo primo ciclo di osservazioni e raccolta campioni nel 2006 ma è stata estesa fino al 2011 con l’obiettivo di studiare la Cometa Tempel 1 – osservata in precedenza nella missione Deep Impact. L’incontro con il corpo celeste è avvenuto il 14 febbraio 2011 e la missione è terminata il 24 marzo 2011, quando la sonda ha esaurito tutto il combustibile.

 

Obiettivi Scientifici 

L’obiettivo primario della missione è stato quello di raccogliere e analizzare campioni di polvere di carbonio provenienti dalla cometa Wild 2, utilizzando uno speciale materiale a bassissima densità chiamato aerogel, simile a una grande racchetta da tennis.

STARDUST ha riportato a terra a campioni di polvere interstellare e frammenti di polveri provenienti al di fuori del nostro Sistema Solare, utili allo studio sull’evoluzione del Sole e gli altri pianeti del Sistema Solare

‣ News

MARTEDÌ 19 LUGLIO 2022

AGILE, pubblicato il primo studio sul “GRB di Capodanno” ‣

Venerdì 15 Luglio 2022 è stato pubblicato sulla rivista Astrophysical Journal il primo studio dettagliato sul Gamma-Ray Burst (GRB) rilevato l'1 Gennaio 2022, il più energetico ad oggi osservato MORE...

LUNEDÌ 11 LUGLIO 2022

Fermi-LAT ha rilasciato la terza release del catalogo 4FGL ‣

La terza release del catalogo 4FGL (4FGL-DR3) copre 12 anni di dati raccolti dal Large Area Telescope (LAT) a bordo del Femi Gamma Space Telescope MORE...

VENERDÌ 17 GIUGNO 2022

I campioni dell’asteroide Ryugu verranno studiati anche in Italia ‣

Verrà analizzata in Italia una parte dei campioni di materiale dell’asteroide Ryugu, prelevato e riportato sulla Terra dalla missione Hayabusa 2 dell’Agenzia spaziale giapponese JAXA. MORE...

MERCOLEDÌ 01 GIUGNO 2022

LICIACUBE, dati archiviati e valorizzati da ASI-SSDC ‣

Il ruolo di ASI comprende anche la gestione e disseminazione dei dati, tramite  lo Scientific Operations Center  effettuata grazie alla grande esperienza dello Space Science Data Center MORE...

MARTEDÌ 10 MAGGIO 2022

La popolazione emergente di radiogalassie nel cielo gamma di INTEGRAL e Fermi ‣

Studiata in dettaglio la radiogalassia IGR J18249-3243 MORE...