Swift è una missione della classe MIDEX - NASA dedicata all’astrofisica delle alte energie realizzata in collaborazione con Italia e Regno Unito. Swift è un osservatorio multibanda che fa seguito all’esperienza acquisita con il satellite BeppoSAX. È stato lanciato con successo il 20 Novembre 2004 e tutti gli strumenti di bordo hanno fin da subito funzionato regolarmente producendo dati di ottima qualità scientifica.

Fino ad ora sono stati pubblicati centinaia di lavori scientifici in riviste con referee tra cui numerosi articoli che annunciano scoperte importanti sui prestigiosi giornali Nature e Science. L’eccellenza scientifica dei risultati è stata riconosciuta nel 2007 con l’assegnazione del premio Bruno Rossi dell’American Astronomical Society al team scientifico di questa missione.

Swift è un osservatorio spaziale in grado di osservare rapidamente ed autonomamente sorgenti esplosive come i Gamma Ray Burst (GRB) e altri eventi celesti transienti mediante l’utilizzo dei suoi tre strumenti di bordo: il Burst Alert Telescope (BAT), l'X-Ray Telescope (XRT), e l'Ultra Violet/Optical Telescope (UVOT).

Gli obiettivi scientifici di Swift consistono nella determinazione dell'origine dei Gamma-Ray Burst (GRB) e di usarli per studiare l'Universo lontano. Realizzazione di una survey del cielo nella banda 15-100 keV con lo strumento BAT.

L’Italia contribuisce al progetto Swift fornendo i seguenti elementi: specchio del telescopio XRT e sua calibrazione, base di Malindi e ASI-NET, software scientifico e archivio presso ASDC. I team scientifici italiani partecipano molto attivamente alle attività scientifiche della missione.

‣ News

LUNEDÌ 19 SETTEMBRE 2022

Lo Space Science Data Center di ASI presente a EPSC2022 ‣

Lo Space Science Data Center di ASI sarà presente con due diversi lavori allo European Planetary Science Congress di Granada che si svolge questa settimana, fino al 23 settembre 2022. MORE...

LUNEDÌ 12 SETTEMBRE 2022

Metis svela per la prima volta l’origine degli switchback, le improvvise inversioni del campo magnetico del vento solare ‣

I risultati del coronografo dell'Agenzia Spaziale Italiana, progettato da un team di INAF, Università di Firenze, Padova, CNR-IFN, a bordo della sonda ESA Solar Orbiter, sono stati pubblicati sulla rivista Astrophysical Journal Letter MORE...

LUNEDÌ 05 SETTEMBRE 2022

CALET sulla ISS osserva caratteristiche inaspettate nello spettro dei protoni cosmici ‣

CALET è una missione della JAXA in collaborazione con NASA e Agenzia Spaziale Italiana MORE...

MARTEDÌ 30 AGOSTO 2022

Giove: un pianeta in costante movimento ‣

L’esperimento di radio scienza condotto analizzando i dati di gravità della missione Juno ha rivelato come il campo di gravità di Giove sia perturbato dalle oscillazioni interne, vere e proprie onde che si propagano da una parte all’altra del pianeta MORE...

MARTEDÌ 19 LUGLIO 2022

AGILE, pubblicato il primo studio sul “GRB di Capodanno” ‣

Venerdì 15 Luglio 2022 è stato pubblicato sulla rivista Astrophysical Journal il primo studio dettagliato sul Gamma-Ray Burst (GRB) rilevato l'1 Gennaio 2022, il più energetico ad oggi osservato MORE...