Swift è una missione della classe MIDEX - NASA dedicata all’astrofisica delle alte energie realizzata in collaborazione con Italia e Regno Unito. Swift è un osservatorio multibanda che fa seguito all’esperienza acquisita con il satellite BeppoSAX. È stato lanciato con successo il 20 Novembre 2004 e tutti gli strumenti di bordo hanno fin da subito funzionato regolarmente producendo dati di ottima qualità scientifica.

Fino ad ora sono stati pubblicati centinaia di lavori scientifici in riviste con referee tra cui numerosi articoli che annunciano scoperte importanti sui prestigiosi giornali Nature e Science. L’eccellenza scientifica dei risultati è stata riconosciuta nel 2007 con l’assegnazione del premio Bruno Rossi dell’American Astronomical Society al team scientifico di questa missione.

Swift è un osservatorio spaziale in grado di osservare rapidamente ed autonomamente sorgenti esplosive come i Gamma Ray Burst (GRB) e altri eventi celesti transienti mediante l’utilizzo dei suoi tre strumenti di bordo: il Burst Alert Telescope (BAT), l'X-Ray Telescope (XRT), e l'Ultra Violet/Optical Telescope (UVOT).

Gli obiettivi scientifici di Swift consistono nella determinazione dell'origine dei Gamma-Ray Burst (GRB) e di usarli per studiare l'Universo lontano. Realizzazione di una survey del cielo nella banda 15-100 keV con lo strumento BAT.

L’Italia contribuisce al progetto Swift fornendo i seguenti elementi: specchio del telescopio XRT e sua calibrazione, base di Malindi e ASI-NET, software scientifico e archivio presso ASDC. I team scientifici italiani partecipano molto attivamente alle attività scientifiche della missione.

‣ News

MERCOLEDÌ 04 20 DICEMBRE19

LARES, missione compiuta! E la prossima è quasi in rampa di lancio ‣

Dopo sette anni di lavoro, il satellite ASI ha prodotto dati rilevanti per verificare la teoria della relatività di Einstein MORE...

MERCOLEDÌ 20 20 NOVEMBRE19

Oltre i limiti: MAGIC apre una nuova era nell’astronomia gamma ‣

Un lavoro di squadra perfetto, che ha coinvolto telescopi spaziali e sulla Terra nonché centinaia di ricercatori in tutto il mondo, ha permesso di registrare, per la prima volta in assoluto, fotoni di altissima energia emessi da un lampo di raggi gamma, o GRB, il risultato di una potentissima esplosione cosmica, registrato il 14 gennaio 2019. MORE...

MERCOLEDÌ 13 20 FEBBRAIO19

Svelare i segreti di Giove ‣

Juno migliorerà la nostra comprensione delle origini del sistema solare, rivelando l'origine e l'evoluzione di Giove. MORE...