LIDAL migliora la capacità di ALTEA di effettuare misurazioni che possono essere convertite, tramite software dedicato in tempo reale, in coefficienti di rischio di radiazione, consentendo in tal modo ad ALTEA di diventare il primo "misuratore di rischio" dosimetrico a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

    La conoscenza dell'ambiente di radiazione a bordo della Stazione spaziale internazionale (ISS) è obbligatoria per fornire informazioni per la valutazione del rischio di radiazioni e per convalidare modelli e definire possibili contromisure.

    ALTEA è l'unico strumento in grado di ottenere i parametri di "qualità della radiazione" necessari (per ioni con Z> 3). Per una valutazione dosimetrica completa, ALTEA deve anche rilevare ioni più leggeri (Z≤3). La nuova configurazione dei telescopi al silicio ALTEA, insieme al nuovo rivelatore, soddisfa questa esigenza e fornisce nuove informazioni sugli spettri di energia cinetica dei diversi componenti della radiazione cosmica a bordo della ISS.

    Il nuovo hardware Light Ions Detector per ALTEA (LIDAL), quando interfacciato con il rivelatore ALTEA, può essere utilizzato per studiare lo spettro del trasferimento di energia lineare (LET) di protoni ed elio, allargando la finestra di accettazione degli ioni rilevabili ALTEA. Inoltre, il sistema TOF consente di ricostruire gli spettri di energia cinetica di protoni e ioni pesanti, con una risoluzione energetica che dipende dalla risoluzione temporale del sistema TOF.

    I modelli possono essere migliorati sulla base di queste misurazioni. L'equipaggio potrebbe anche conoscere in tempo reale il livello dei parametri di rischio radiazioni. I modelli di rischio di radiazioni potrebbero avere la possibilità di  essere testati utilizzando dati in tempo reale. Misurazioni dettagliate sugli ioni pesanti possono aiutare a risolvere i problemi rilevati dalle misurazioni precedenti, come la mancanza di ioni Ferro rispetto ad altri esperimenti, e le misurazioni di ioni più leggeri durante le possibili SPE possono caratterizzare l'ambiente di radiazione ISS a bassa Z durante tali eventi. In ne, questa con gurazione di ALTEA, insieme all'aiuto di nuovi software, costituisce il primo "misuratore del rischio di radiazioni" in tempo reale nello spazio.

Missione: Expedition 61/62- 63/64- 65/66- 67/68

Data di lancio: 02/11/2019 00:00:00

‣ News

MARTEDÌ 20 FEBBRAIO 2024

Il presidente dell’ASI Teodoro Valente ha partecipato all’evento ‘Welcome Back Voluntas’ ‣

Presso l’auditorium Adriano Visconti di Palazzo Aeronautica
MORE...

VENERDÌ 09 FEBBRAIO 2024

AX-3 è tornata sulla Terra ‣

Lo splashdown della missione AX-3 di Axiom Space è avvenuto con successo alle 14.30 italiane del 9 febbraio

MORE...

MARTEDÌ 30 GENNAIO 2024

Missione Ax-3. La Scienza spaziale targata Italia ‣

Guarda il video su AsiTv MORE...

SABATO 20 GENNAIO 2024

Ax-3 ha agganciato la Stazione Spaziale Internazionale ‣

La Crew Dragon si è agganciata alla ISS il 20 gennaio alle ore 11:42 MORE...

MERCOLEDÌ 17 GENNAIO 2024

Missione Ax-3 in rampa di lancio ‣

Slittata al 18 gennaio alle 22:49. Diretta su AsiTv MORE...