L’Agenzia Spaziale Italiana rinnova il suo impegno per la promozione dell’utilizzo dei dati della missione COSMOSkyMed(CSK) attraverso la riemissione del Bando Open Call per Piccole e Medie Imprese-Utilizzo dei dati COSMO-SkyMed per la realizzazione di applicazioni, prodotti e servizi innovativi.

L’edizione 2016 della Call prevede la possibilità di richiedere anche dati di archivio. Resta in vigore il testo della Call per la Comunità Scientifica.

Il nuovo testo, a differenza del precedente, prevede la possibilità per Pmi, spin-off accademici e start-up di richiedere anche dati di archivio oltre a dati derivanti da nuove acquisizioni.

Gli obiettivi principali dell’Open Call riguardano il miglioramento di applicazioni, servizi e prodotti esistenti, la promozione e lo sviluppo di applicazioni, servizi e prodotti innovativi basati su dati di Osservazione della Terra derivati principalmente dall’impiego della costellazione COSMO-SkyMed.

La modifica effettuata per la nuova edizione del Bando , deriva dall’ aspettativa di ASI che in tal modo si possa avere una più ampia partecipazione di PMI, spin-off accademici e start-up alla Call in oggetto destinata alla crescita del mercato dei dati e delle applicazioni di Osservazione della Terra principalmente da dati SAR.

Sviluppato dall’industria nazionale e gestito dall'Agenzia Spaziale Italiana in cooperazione con il Ministero della Difesa e il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, COSMO-SkyMed  si basa su una costellazione di quattro satelliti identici, dotati di radar ad apertura sintetica (SAR) che lavorano in banda X (in grado quindi di vedere attraverso le nuvole e in assenza di luce solare). Si tratta di un sistema con caratteristiche di flessibilità e di utilizzo uniche al mondo, con tempi di risposta rapidissimi e in grado di effettuare fino a 450 riprese al giorno della superficie terrestre, pari a 1.800 immagini radar, ogni 24 ore.

L’ASI metterà a disposizione gratuitamente prodotti COSMO-SkyMed – distribuendoli elettronicamente tramite apposito sito ftp - limitatamente ad una quota prestabilita e chiaramente identificata - considerando le possibili limitazioni dovute al progetto MAP Italy, che prevede la mappatura interferometrica completa ogni 16 giorni sul territorio italiano in modalità Stripmap.

Per sottomettere un progetto, i soggetti proponenti devono attenersi alle linee guida riportate nel documento in allegato.

‣ News

Nessuna notizia disponibile al momento.