Le immagini sono state acquisite a partire dal 16 maggio

19 Maggio 2023

A seguito dell’alluvione che ha colpito l’Emilia-Romagna a partire dal 16 maggio 2023, su attivazione del Dipartimento di Protezione Civile, Fondazione CIMA ed Agenzia Spaziale Italiana (ASI)hanno predisposto, in accordo col Dipartimento, un piano di acquisizione di immagini satellitari fornite dei satelliti Cosmo-SkyMed di Prima e Seconda generazione per mappare in tempi rapidi le aree allagate.

I satelliti della costellazione Cosmo-SkyMed sono dotati di un radar ad apertura sintetica (SAR) capace di acquisire immagini sia di giorno che di notte ed in presenza di nuvole e pioggia. Tale strumento ha permesso di osservare le zone interessate dall’evento con una risoluzione elevata (dell’ordine dei 3m), su un areaabbastanza ampia (40x40 km). In particolare, nel pomeriggio del 17 maggio 2023, tra le 17 e le 17.15 UTC (19-19.15 ora locale) sono state acquisite due immagini: una ha osservato le zone comprese tra Imola e Forlì e l’altra l’area tra Forlì e Cesena. Le aree acquisite sono mostrate nelle figure che seguono.

 

A ciascuna acquisizione è stata associata un’immagine pre-evento estratta dall’archivio della missione, acquisita con gli stessi parametri geometrici, allo scopo di effettuare un confronto applicando algoritmi di “change detection”. Tale metodo ha consentito di identificare la presenza di acqua in aree rurali ed ha inoltre permesso di discriminare le aree allagate dai corpi d’acqua permanente. Dalle mappe ottenute si nota come tramite il SAR non sia generalmente possibile identificare in modo speditivo le aree allagate in zona urbana o coperta da vegetazione non sommersa da acqua. Pure, ciò diventa possibile in alcune situazioni, ma utilizzando algoritmi più complessi, dati ausiliari e tempi di produzione significativamente più lunghi.

Per mostrare in modo più intuitivo cosa è possibile osservare come “change detection”, nella figura seguente si mostra una immagine "multitemporale", ottenuta cioè mettendo insieme le due immagini, prima e dopo l’evento, rispettivamente acquisite il 16 aprile ed il 17 maggio 2023. Sono chiaramente distinguibili le aree allagate dalle esondazioni dei fiumi, in rosso, mentre le aree urbane restano bianche.

Nel seguito sono mostrati alcuni risultati delle elaborazioni dei dati Cosmo-SkyMed acquisiti dall’ASI. In particolare, vengono mostrate a maggior risoluzione le aree di Forlì e Cesena. Le aree allagate sono indicate in azzurro, mentre i corpi d’acqua permanente in blu

Forlì
Cesena

 

‣ News

MARTEDÌ 09 APRILE 2024

La tecnologia radar: così lontana, così vicina ‣

A trent’anni dalla prima missione SRL (Shuttle RadarLab) -1, ripercorriamo le fasi storiche di una grande impresa italiana  il cui esito ha consolidato la leadership  sulla tecnologia SAR MORE...

MARTEDÌ 13 FEBBRAIO 2024

Ottima partecipazione alla prima Training Staff School di FIT-FORUM svolta a Bologna ‣

La scuola è stata organizzata nell’ambito del progetto avviato dall’Unità Osservazione della Terra di ASI MORE...

VENERDÌ 09 FEBBRAIO 2024

Le immagini COSMO-SkyMed per le attività di monitoraggio vulcanico delle Hawaii ‣

Raggiunto un importante risultato dell'elaborazione interferometrica dei dati COSMO-SkyMed MORE...

GIOVEDÌ 25 GENNAIO 2024

Raggiunto un nuovo traguardo per la collaborazione Limadou ‣

Arrivati in Cina gli strumenti HEPD-02 e EFD-02 realizzati in Italia MORE...

LUNEDÌ 08 GENNAIO 2024

Safe Bridge: Servizi di Monitoraggio con Tecniche Satellitari per Ponti Sicuri ‣

Progetto attivato nell'ambito del primo bando tematico I4DP_MARKET MORE...