PRISMA cattura l’oasi del deserto libico 

23 Maggio 2022

In queste immagini prodotte a partire dal dato L2D del satellite iperspettrale PRISMA possiamo osservare il vulcano e l’oasi di Waw an Namous, nella regione di Fezzan, Libia.

Formatasi in tempi relativamente recenti, la caldera e la zona circostante sono caratterizzate da un colore molto più scuro della sabbia del Sahara, come evidente sia dall’immagine a falsi colori (RGB) sulla sinistra che in una banda nell’infrarosso sulla destra).

La caldera presenta diversi laghi sia di acqua dolce che salata, e fornisce quindi sostentamento a vegetazione, insetti ed uccelli, incluse specie migratorie. Data la scarsità di precipitazioni nella zona, si ritiene che questi laghi siano alimentati da sorgenti sotterranee.

 Data/Information generated by F. Serva and L. Ansalone under an ASI License to Use; Original PRISMA Product - © ASI - (2021) 

Scarica l’immagine originale full frame in jpg

‣ News

SABATO 03 DICEMBRE 2022

IRIDE: firmati i primi contratti ‣

IRIDE, uno tra i più importanti programmi spaziali satellitari europei di Osservazione della Terra – sarà realizzata in Italia su iniziativa del Governo grazie alle risorse del PNRR e sarà completata entro il 2026 sotto la gestione dell'Agenzia Spaziale Europea con il supporto dell'Agenzia Spaziale Italiana MORE...

VENERDÌ 02 DICEMBRE 2022

Le isole dello stretto della Florida  ‣

La composizione mostra l'isola di Key West in Florida acquisita da PRISMA nel dicembre 2020 MORE...

VENERDÌ 18 NOVEMBRE 2022

PRISMA cattura il Grand Canyon ‣

Il nuovo scatto del satellite iperspettrale ASI MORE...

VENERDÌ 04 NOVEMBRE 2022

La città portuale della Corea del Sud vista da PRISMA ‣

L'immagine acquisita da PRISMA copre l'area urbana di Busan MORE...

MERCOLEDÌ 28 SETTEMBRE 2022

L’Agenzia Spaziale Italiana a Earth Technology Expo 2022 ‣

Si è svolta dal 5 all'8 ottobre la seconda edizione dell’esposizione nazionale delle applicazioni tecnologiche e dell’innovazione nella Fortezza da Basso di Firenze MORE...