Missione nata dalla collaborazione fra l’Agenzia Spaziale Cinese e l‘Agenzia Spaziale Italiana, a cui partecipano l’INFN, l’INAF, l’INGV, il CNR e le Università di Roma Tor Vergata, Torino e Trento

02 Febbraio 2022

Lanciata il 2 febbraio 2018, la missione è in ottima salute, così come lo strumento HEPD-01 fornito dalla collaborazione italiana, denominata LIMADOU. Il rivelatore italiano HEPD-01 insieme agli altri strumenti presenti a bordo del satellite, come il rivelatore di campo elettrico EFD-01, costruito con una significativa partecipazione del gruppo italiano, un secondo rivelatore di particelle per le energie più basse ed altri cinque rivelatori dedicati alla misura del campo magnetico e dei parametri del plasma ionosferico stanno misurando in maniera simultanea e continua importanti variabili utili per lo studio dell’accoppiamento litosfera-magnetosfera in presenza di terremoti e per l’esplorazione sistematica dell’esistenza di possibili fenomeni precursori dei sismi, tema di grande interesse, ma che necessita di approfondimenti molto accurati e rigorosi.  Di grande rilevanza è anche l’osservazione continua dell’attività solare.

Recentemente i risultati della missione CSES-01 sono stati presentati e discussi dalla larga collaborazione italiana nel meeting nazionale svolto a Trento dove sono state analizzate le tre principali linee di ricerca tra loro fortemente connesse: l’ investigazione di correlazioni tra fenomeni atmosferici, ionosferici, magnetosferici e fenomeni sismici, l’ analisi e la caratterizzazione della ionosfera e della magnetosfera terrestre, la fisica solare e dei raggi cosmici. I risultati sono stati pubblicati su prestigiose riviste internazionali e presentati alle più importanti conferenze internazionali

La collaborazione LIMADOU, oltre a continuare a lavorare sull’analisi dei dati della missione CSES-1, è fortemente impegnata nella realizzazione di due strumenti italiani che verranno imbarcati a bordo della seconda missione CSES-02, una nuova versione del rivelatore di particelle, denominato HEPD-02 e un rivelatore, questa volta italiano di campo elettrico, EFD-02.

Ulteriori informazioni sul sito della missione.

 

 

‣ News

LUNEDÌ 20 MAGGIO 2024

Il progetto I4DP_SCIENCE “LCZ-ODC” vince l’ISPRS TC I Best Paper Award ‣

Il progetto ASI – Politecnico di Milano “LCZ-ODC” sulle isole urbane di calore del programma I4DP_SCIENCE ha vinto il Premio per il Miglior Articolo conferito dalla Technical Commission I dell’International Society for Photogrammetry and Remote Sensing (ISPRS) MORE...

LUNEDÌ 22 APRILE 2024

PRISMA per la Giornata della Terra 2024 – 22 aprile ‣

L’isola dell’Estremo Oriente vista da PRISMA

MORE...

LUNEDÌ 22 APRILE 2024

COSMO-SkyMed celebra la Giornata della Terra 2024 ‣

La salute dei ghiacciai in un’immagine acquisita dalla costellazione satellitare, sviluppata dall’ASI in collaborazione con il Ministero della Difesa

MORE...

MARTEDÌ 09 APRILE 2024

La tecnologia radar: così lontana, così vicina ‣

A trent’anni dalla prima missione SRL (Shuttle RadarLab) -1, ripercorriamo le fasi storiche di una grande impresa italiana  il cui esito ha consolidato la leadership  sulla tecnologia SAR MORE...

MARTEDÌ 13 FEBBRAIO 2024

Ottima partecipazione alla prima Training Staff School di FIT-FORUM svolta a Bologna ‣

La scuola è stata organizzata nell’ambito del progetto avviato dall’Unità Osservazione della Terra di ASI MORE...