Concluso lo studio triennale dal titolo “L’impatto socio-economico delle politiche pubbliche nel settore spaziale in Italia”

12 Gennaio 2022

Il tema degli impatti socio-economici delle politiche pubbliche per lo spazio, che in Italia riguardano sia direttamente  l’Agenzia Spaziale Italiana che indirettamente la quota di contribuzione nazionale a favore dell’Agenzia Spaziale Europea, è fondamentale per potere definire una metrica di valutazione delle scelte di finanziamento effettuate e della bontà degli investimenti, per evidenziare i punti di forza su cui puntare ma anche i punti di debolezza da migliorare, con interventi specifici di correzione.

In tale contesto, si è concluso uno studio triennale dal titolo “L’impatto socio-economico delle politiche pubbliche nel settore spaziale in Italia” che ASI ha assegnato al Dipartimento di Economia, Management e Metodi quantitativi dell'Università di Milano. Lo studio ha lo scopo di valutare l’intervento pubblico sulla performance economica,  sull'attività innovativa e sulla produttività scientifica del settore spaziale nazionale.

“L’obiettivo di questo lavoro - commenta Simonetta Di Ciaccio, responsabile ASI dello studio - è analizzare l’impatto dell’attività dell’Agenzia Spaziale Italiana su innovazione e performance di diversi attori del sistema spazio in Italia. Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti ed indicano grandi opportunità per il futuro”.

Sono state oggetto di studio:

-  Le imprese fornitrici di tecnologie upstream partecipanti alla catena del valore comprendente la ricerca, lo sviluppo e la realizzazione delle infrastrutture spaziali abilitanti, inclusi i subfornitori di tecnologia;

-  Le imprese ed altre organizzazioni downstream nel settore dell’osservazione terrestre (OT): attori privati e pubblici utenti intermedi di dati OT che forniscono servizi e applicazioni agli utenti finali (pubblica amministrazione, imprese e cittadini) in vari ambiti;

-  La comunità scientifica attiva nella ricerca spaziale: enti di ricerca (privati o pubblici, università o altri istituti) che hanno collaborato con ASI a vario titolo nella realizzazione di progetti e prodotto conoscenza.

Inoltre, la ricerca si è basata, sotto il profilo metodologico, oltre che sull’analisi comparativa delle ricerche internazionali sull’impatto socio-economico degli investimenti pubblici nello spazio, su una doppia modalità, volta a controllare la convergenza dei risultati:

- Indagine diretta sui tre tipi di attori, con la partecipazione al progetto di 305 testimoni chiave;

- Analisi econometriche su serie storiche (1990-2020) di dati di bilancio, dati su brevetti, dati scientometrici, con oltre 20.000 osservazioni.

L’attività dell’ASI ha lo scopo di migliorare le capacità progettuali e le competenze del tessuto industriale nazionale, per rafforzare il livello della ricerca scientifica e tecnologica e, non da ultimo, elevare in generale la competitività del settore potenziandone l’impatto sociale, anche in termini di occupazione di qualità. “Per questi scopi - afferma Mauro Piermaria responsabile dell’Unità Innovazione e New Space Economy  - è essenziale un’attività di analisi continua che funga da controllo e retroazione. Necessità ulteriormente rafforzata dal momento dinamico che sta vivendo il settore spaziale nell’ambito della space economy, che richiede anche più approcci più innovativi e sostenibili per il public procurement.”

I risultati dello studio sono stati sintetizzati nel Report qui  allegato

‣ News

MARTEDÌ 08 NOVEMBRE 2022

L’hackathon internazionale ActInSpace® 2022 atterra a Torino con I3P ‣

Il 18 e 19 novembre a Torino MORE...

MERCOLEDÌ 28 SETTEMBRE 2022

Osservatorio Space Economy | Rilevazione mercato EO 2022 ‣

Call del Politecnico di Milano supportata dall'ASI - Nuova scadenza: 31 ottobre 2022

MORE...

MERCOLEDÌ 07 SETTEMBRE 2022

Progetto di ricerca per studenti e ricercatori sull’Economia della sostenibilità spaziale ‣

Scadenza manifestazioni di interessa: 15 settembre 2022 MORE...

MARTEDÌ 06 SETTEMBRE 2022

ESA BIC Lazio: ultima finestra per presentare domanda nel 2022 ‣

La call della Regione Lazio, European Space Agency - ESA e Agenzia Spaziale Italiana supporta l’avvio di imprese che intendono applicare conoscenze e tecnologie di derivazione spaziale in altri settori di attività.

Candidature entro il 4 novembre 2022

Le startup selezionate svolgeranno il proprio percorso di incubazione per lo sviluppo dell’idea imprenditoriale presso lo Spazio Attivo Roma Tecnopolo di Lazio Innova per un periodo massimo di 24 mesi e avranno accesso a:

  • fondo di 50.000 EURO per attività di prototipazione, sviluppo prodotto/servizio e proprietà intellettuale;
  • supporto personalizzato da tutor e mentor Lazio Innova;
  • supporto tecnico da esperti ASI ed ESA;
  • accesso a una rete europea di start-up e partner;
  • supporto nella ricerca di ulteriori finanziamenti e accesso agli investitori;
  • credibilità del marchio ESA SPACE SOLUTIONS.

Per chi fosse interessato a un primo approfondimento il 13 settembre e il 6 ottobre saranno organizzati 2 incontri on line di presentazione della call.

Per partecipare: 1° webinar, 13 settembre - link 2° webinar, 6 ottobre - link  Per info, cliccare qui Qui di seguito i link che richiamano alla Call ESA BIC Lazio e all’ultima finestra di candidatura per il 2022 sul sito e sui vari canali social di Lazio Innova:

VENERDÌ 02 SETTEMBRE 2022

L’Agenzia Spaziale Italiana al 31° Economic Forum di Karpacz ‣

L’evento si terrà in Polonia dal 6 all’8 settembre 2022 MORE...