Giunge al termine il ciclo di incontri divulgativi online, organizzato in collaborazione con ASI e ideato per conoscere meglio i dati iperspettrali del satellite made in Italy. Appuntamento conclusivo giovedì 5 novembre ore 15:00.

02 Novembre 2020

Ultimo appuntamento con Hyperspectral Web-Cafè, un ciclo di incontri divulgativi sul web ideato per conoscere meglio i dati iperspettrali del satellite made in Italy PRISMA, organizzato da Planetek Italia in collaborazione con ASI, INGV e CNR-IREA.

Giovedì 5 novembre ore 15:00 si terrà l’evento conclusivo in live streaming dal titolo “Q&A Live: I relatori incontrano gli utilizzatori dei dati PRISMA”.

Come puoi partecipare?

Iscriviti alla mailing list per ricevere l'invito al Web-Cafè e la documentazione https://mc.planetek.it/hyperspectral_web_cafe

Compilando la Hyperspectral Survey (entro il 4 Novembre), puoi inoltrare in anticipo le domande ai relatori e puoi collaborare all'indagine sui dati iperspettrali PRISMA. L'indagine è in forma anonima. I risultati li commenteremo insieme giovedì.

Clicca qui per compilare la survey.

 

Sul satellite PRISMA:

Il satellite PRISMA, di proprietà dell'ASI, ha rivoluzionato il modo di osservare la Terra e rappresenta un'eccellenza derivata dalle capacità scientifiche e industriali italiane. Il suo nome è un acronimo: Precursore IperSpettrale della Missione Applicativa (PRISMA). Si tratta del primo sistema di Osservazione della Terra europeo, dotato di un sensore ottico iperspettrale innovativo e di una camera pancromatica a media risoluzione. La sua strumentazione permette di distinguere non solo le caratteristiche geometriche, ma anche di effettuare, dallo Spazio, un’analisi chimico-fisica delle aree osservate grazie al sensore iperspettrale operativo più potente al mondo, caratterizzato da 240 bande spettrali che coprono l’intervallo di lunghezze d’onda tra 400nm (blu-violetto) fino a 2505nm (medio infrarosso). Il satellite PRISMA si afferma quindi come un supporto fondamentale per la gestione delle risorse naturali. PRISMA, lanciato il 22 marzo 2019 a bordo di un lanciatore Vega, è stato realizzato da una RTI guidata da OHB Italia e Leonardo.

I dati raccolti dalla missione sono disponibili gratuitamente, già da fine maggio 2020, alla comunità scientifica, istituzionale e industriale italiana tramite il portale http://prisma.asi.it. A oggi l'archivio di PRISMA conta più di 48000 immagini acquisite nel contesto di ben 76 aree tematiche applicative.

 

Per ulteriori informazioni:

 

‣ News

LUNEDÌ 02 AGOSTO 2021

Countdown per Venere. Solar Orbiter si prepara al secondo flyby ‣

La missione effettuerà il prossimo rendez-vous con il pianeta il 9 agosto. Intanto arrivano nuovi risultati scientifici sulla corona solare grazie a Metis, uno degli strumenti italiani a bordo di Solar Orbiter, realizzato con il contributo di ASI, INAF e le Università di Firenze e Padova MORE...

MERCOLEDÌ 21 LUGLIO 2021

Spazio e trasporti, il punto della situazione sui viaggi del futuro tra Agenzia Spaziale Italiana e Autorità di regolazione dei trasporti ‣

Confronto tra ASI e ART sulle prospettive future dei trasporti attraverso i voli suborbitali e spaziali MORE...

MARTEDÌ 20 LUGLIO 2021

Scienza e ricerca spaziale a confronto in ASI ‣

L’incontro è stata l’occasione per presentare le attività di collaborazione e coordinamento tra ASI, università ed enti di ricerca MORE...

VENERDÌ 16 LUGLIO 2021

Dawn e Vesta, dieci anni dal primo incontro ‣

La missione della NASA, a cui l’Italia ha dato un importante contributo con l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), festeggia il decimo anniversario dal suo sorvolo sull’asteroide MORE...

LUNEDÌ 12 LUGLIO 2021

LICIACube è pronto per la prima missione di difesa planetaria ‣

Scatti fotografici ad alta risoluzione per il MicroSat italiano, realizzato da Argotec e ASI, che volerà con la NASA alla volta di un asteroide MORE...