Giunge al termine il ciclo di incontri divulgativi online, organizzato in collaborazione con ASI e ideato per conoscere meglio i dati iperspettrali del satellite made in Italy. Appuntamento conclusivo giovedì 5 novembre ore 15:00.

02 Novembre 2020

Ultimo appuntamento con Hyperspectral Web-Cafè, un ciclo di incontri divulgativi sul web ideato per conoscere meglio i dati iperspettrali del satellite made in Italy PRISMA, organizzato da Planetek Italia in collaborazione con ASI, INGV e CNR-IREA.

Giovedì 5 novembre ore 15:00 si terrà l’evento conclusivo in live streaming dal titolo “Q&A Live: I relatori incontrano gli utilizzatori dei dati PRISMA”.

Come puoi partecipare?

Iscriviti alla mailing list per ricevere l'invito al Web-Cafè e la documentazione https://mc.planetek.it/hyperspectral_web_cafe

Compilando la Hyperspectral Survey (entro il 4 Novembre), puoi inoltrare in anticipo le domande ai relatori e puoi collaborare all'indagine sui dati iperspettrali PRISMA. L'indagine è in forma anonima. I risultati li commenteremo insieme giovedì.

Clicca qui per compilare la survey.

 

Sul satellite PRISMA:

Il satellite PRISMA, di proprietà dell'ASI, ha rivoluzionato il modo di osservare la Terra e rappresenta un'eccellenza derivata dalle capacità scientifiche e industriali italiane. Il suo nome è un acronimo: Precursore IperSpettrale della Missione Applicativa (PRISMA). Si tratta del primo sistema di Osservazione della Terra europeo, dotato di un sensore ottico iperspettrale innovativo e di una camera pancromatica a media risoluzione. La sua strumentazione permette di distinguere non solo le caratteristiche geometriche, ma anche di effettuare, dallo Spazio, un’analisi chimico-fisica delle aree osservate grazie al sensore iperspettrale operativo più potente al mondo, caratterizzato da 240 bande spettrali che coprono l’intervallo di lunghezze d’onda tra 400nm (blu-violetto) fino a 2505nm (medio infrarosso). Il satellite PRISMA si afferma quindi come un supporto fondamentale per la gestione delle risorse naturali. PRISMA, lanciato il 22 marzo 2019 a bordo di un lanciatore Vega, è stato realizzato da una RTI guidata da OHB Italia e Leonardo.

I dati raccolti dalla missione sono disponibili gratuitamente, già da fine maggio 2020, alla comunità scientifica, istituzionale e industriale italiana tramite il portale http://prisma.asi.it. A oggi l'archivio di PRISMA conta più di 48000 immagini acquisite nel contesto di ben 76 aree tematiche applicative.

 

Per ulteriori informazioni:

 

‣ News

VENERDÌ 29 LUGLIO 2022

Astrobio: una sfida ad alta quota ‣

La sua vita operativa avrebbe dovuto essere di poche ore per sperimentare nuove tecnologie. Invece ha continuato a funzionare per oltre due settimane il nanosatellite dell’ASI che ha viaggiato a quote orbitali dense di micidiali radiazioni MORE...

MARTEDÌ 26 LUGLIO 2022

GreenCube: attivato il micro-orto spaziale a 6000 km da terra ‣

A meno di due settimane dal lancio è stata avviata la coltivazione di verdure nel micro-orto tutto italiano grazie a GreenCube, minisatellite dell’ASI e Università Sapienza di Roma MORE...

VENERDÌ 22 LUGLIO 2022

L’olio extravergine d’oliva italiano è in orbita: ha raggiunto la Stazione Spaziale Internazionale ‣

L’esperimento degli oli extravergini rientra nell’accordo fra l’Agenzia Spaziale Italiana e il CREA, in collaborazione con Coldiretti, Unaprol e Telespazio MORE...

MARTEDÌ 19 LUGLIO 2022

Sottoscritto l’Accordo Quadro tra Agenzia Spaziale Italiana e Regione Puglia ‣

Le due istituzioni si impegnano a cooperare attraverso iniziative e progetti di ricerca e sviluppo congiunti in ambito nazionale, comunitario ed internazionale nei settori dell'osservazione della Terra, telecomunicazioni e navigazione satellitare MORE...

MARTEDÌ 19 LUGLIO 2022

Lo spazio italiano in primo piano al Farnborough International Airshow ‣

Un salone aerospaziale denso di impegni per l’ASI e per le industrie spaziali nazionali MORE...