Prima foto dallo spazio del ponte di Genova, completato con l'installazione dell'ultima campata lo scorso 28 aprile.

L'hanno scattata i satelliti italiani della costellazione Cosmo-SkyMed, promossa e finanziata da Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e del ministero della Difesa e realizzata dalle aziende di Leonardo. L'immagine della struttura è stata acquisita da Leonardo alle 19:26 italiane del 29 aprile attraverso e-Geos, (joint venture Telespazio - Asi).

L'immagine panoramica, con un dettaglio di pixel per 1 metro, mostra il ponte oramai completato in tutti i suoi 1.067 metri di lunghezza. Il programma Cosmo-SkyMed, rileva Leonardo, "è frutto ed espressione delle migliori competenze dell'industria spaziale italiana, con Leonardo e le sue joint venture Thales Alenia Space e Telespazio".

La prima generazione della costellazione è composta da quattro satelliti, mentre il primo satellite della seconda generazione è stato lanciato nel dicembre 2019. La società e-Geos riceve, elabora e commercializza le immagini in tutto il mondo.

‣ News

GIOVEDÌ 22 OTTOBRE 2020

L’ASI ALL’EDIZIONE 2020 DI LUCCA CHANGES ‣

La manifestazione si terrà dal 29 ottobre al 1 novembre e l'ASI sarà presente con due eventi MORE...

GIOVEDÌ 22 OTTOBRE 2020

Cambiamento climatico e biodiversità: Italia protagonista in Expo 2020 Dubai ‣

L'evento digitale al quale hanno partecipato ASI, Prima, CNR e Università Bicocca nella giornata del 21 ottobre MORE...

GIOVEDÌ 15 OTTOBRE 2020

Cristina Leone confermata alla presidenza del CTNA ‣

Oltre a Leonardo, nell’ organo di governo anche 4 rappresentanti dei distretti aerospaziali  (Lombardia, Lazio, Campania, Basilicata),  Avio Aero, CNR, Asi e Aiad MORE...

GIOVEDÌ 15 OTTOBRE 2020

ASI e JAXA firmano il Memorandum of Cooperation ‣

Le agenzie spaziali si impegnano a cooperare nel settore delle attività spaziali per scopi pacifici MORE...

GIOVEDÌ 15 OTTOBRE 2020

BepiColombo sorvola Venere ‣

Incontro ravvicinato tra la sonda euronipponica e il pianeta più luminoso del nostro cielo. BepiColombo ha attivato la strumentazione di bordo, realizzata con il forte contributo italiano, per analizzare l’atmosfera, la ionosfera e la magnetosfera di Venere MORE...