Sirio (Satellite Italiano di Ricerca Industriale e Operativa) è un satellite artificiale geostazionario sperimentale di telecomunicazioni, il primo a essere progettato e costruito in Italia, lanciato il 26 agosto 1977 dalla base statunitense di Cape Canaveral a bordo del vettore Delta 2313 della NASA.

Il satellite, un cilindro dal diametro di 143 centimetri, pesante 229 kg e ricoperto da celle solari, aveva come obiettivo principale la sperimentazione della propagazione ad alte frequenze fino a 18 Ghz.

Nato dalla collaborazione tra il Consiglio Nazionale delle Ricerche e la Compagnia Industriale Aerospaziale - un consorzio che riuniva le principali aziende del comparto, Sirio era stato progettato per avere una vita operativa di due anni ma rimase attivo per otto, fino al 1985.

Il satellite è stato al centro di numerose attività sperimentali sui fenomeni di propagazione e sulle bande di frequenza, ed è stato utilizzato anche per effettuare test sulle comunicazioni televisive. Gli esperimenti sono stati condotti da centri di ricerca sia italiani che internazionali.

‣ News

GIOVEDÌ 23 LUGLIO 2020

Galileo Masters 2019, l’intervista ai vincitori ‣

L'ASI ha aderito e supportato la competizione per l'innovazione che premia i migliori prodotti e servizi che utilizzano la navigazione satellitare MORE...

MARTEDÌ 23 GIUGNO 2020

Alberto Tuozzi nuovo presidente ad interim della GSA ‣

Presidenza ad interim per Alberto Tuozzi della GSA (European GSS Agency), Agenzia della Unione Europea per i programmi di Navigazione satellitare, incaricata di gestire i sistemi di navigazione Galileo ed EGNOS. MORE...

MERCOLEDÌ 11 DICEMBRE 2019

L’Europa dello spazio sia più forte ‣

«L'Europa ha già un ruolo fondamentale di indipendenza strategica nello spazio ma deve potenziarlo ancora di più». È la linea indicata dal Presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi) Giorgio Saccoccia in occasione degli Stati Generali dello spazio in corso al Maschio Angioino di Napoli. MORE...