Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

James Webb Space Telescope, la conferenza stampa ESA

1 Giugno

L'evento di presentazione della missione a pochi mesi dal lancio

L’ESA organizza un briefing virtuale dedicato al James Webb Space Telescope, che verrà lanciato l’autunno prossimo. La conferenza stampa si è tenuta il 1° giugno 2021 a partire dalle ore 15.00 ed è stata  trasmessa sulla webtv dell’ESA. Il James Webb sarà il più grande e potente telescopio mai lanciato nello spazio. Seguendo le orme del suo predecessore Hubble diventerà il prossimo grande osservatorio di scienze spaziali, progettato per dare una risposta a questioni ancora aperte sull'Universo e mirato a fare scoperte rivoluzionarie in tutti i campi dell'astronomia.

«Siamo finalmente giunti alla data di lancio - commenta Mario Cosmo a capo della Direzione Scienza e Ricerca dell'ASI -  dopo varie vicissitudini, per certi versi attese quando si tratta di programmi così innovativi e dalle prestazioni estreme, il JWST sta per diventare un nuovo strumento a disposizione della comunità scientifica e ne siamo felici. Ma ci riteniamo ancora più soddisfatti poiché fin dalle prime fasi dell’operatività del telescopio, assisteremo ad una forte partecipazione italiana. Il JWST guarderà alla formazione di stelle e sistemi planetari e studierà le atmosfere di pianeti al di fuori del sistema solare, ma vedrà anche molto lontano, ovvero andrà indietro nel tempo, fino alla nascita delle prime stelle circa 13,5 miliardi di anni fa e delle prime galassie. La competizione per il tempo di osservazione è stata durissima e l’Italia, grazie ad una comunità molto attiva e competitiva a livello internazionale, ha ben figurato aggiudicandosi molti programmi di osservazione. Per sfruttare al meglio le eccezionali potenzialità del telescopio e dei suoi strumenti, l’ASI, tramite lo Space Science Data Center, sta studiando insieme all’INAF la realizzazione di un supporto alla comunità scientifica per la riduzione dei dati JWST».

Il telescopio sarà lanciato da un lanciatore Ariane 5 dallo spazioporto europeo di Kourou, in Guyana francese. Oltre a mettere a disposizione gli strumenti di lancio, ESA contribuisce a due dei quattro apparati scientifici e fornisce il personale a supporto delle operazioni previste per la missione. I partner coinvolti nel progetto sono ESA, NASA e Canadian Space Agency (CSA).

Dettagli

Data:
1 Giugno
Categoria Evento: