"Città sostenibili", prima call - Pubblicata la graduatoria di merito - Ultimo aggiornamento: 28 luglio 2022

Il settore disciplinare denominato “Le Telecomunicazioni, l’Osservazione della Terra e la Navigazione” – i cui servizi ed applicazioni satellitari (c.d. downstream) saranno impiegati dai cittadini e valorizzati dalle Istituzioni per implementare le varie politiche nazionali in un’ottica di applicazioni integrate – è il primo in ordine di priorità tra quelli che sono stati individuati nel documento Indirizzi del Governo in materia spaziale e aerospaziale (Delibera del Presidente del Consiglio, 25/3/2019) per declinare gli obiettivi strategici della politica nazionale spaziale.

A tale scopo, ASI ha predisposto il programma Innovation for Downstream Preparation (I4DP), che si rivolge a diverse categorie di utenza, dedicando in particolare all’Utenza Scientifica il canale denominato “Sviluppo di applicativi basati su nuovi metodi e algoritmi di analisi di dati satellitari e formazione di personale a qualificazione medio-alta, in diversi settori applicativi e del downstream scientifico – I4DP_SCIENCE” per la realizzazione congiunta con ASI di progetti di interesse comune.

Con tale finalità, è obiettivo dell’ASI facilitare lo sviluppo di applicazioni innovative ed integrate che promuovano l’utilizzo di tecnologie spaziali, nell’ambito di tematiche applicative e del downstream scientifico di rilevanza nazionale (es. quelle definite dal Copernicus User Forum Nazionale) e/o di agende internazionali (es. UN Sustainable Development Goals), rispondenti a quanto previsto nei documenti istituzionali dell’ASI (es. Piano Triennale delle Attività – PTA) e di interesse comune per le Parti (ASI e partner scientifico).

La presente procedura si svolge tramite piattaforma telematica, come indicato nel testo della call; la scadenza è fissata al 28 marzo 2022, ore 12.00.

La scadenza per richiedere chiarimenti è fissata al 18 marzo 2022, ore 12.00. 

‣ News

MERCOLEDÌ 23 NOVEMBRE 2022

CM22, sullo spazio l’Italia si conferma protagonista in Europa ‣

Presentati i nuovi astronauti ESA: nell’elenco ci sono anche Anthea Comellini e Andrea Patassa, mentre per gli attuali astronauti della classe 2009, sarà garantito un volo sul Lunar Gateway tra il 2025 e il 2030