I due contratti siglati con Thales Alenia Space Italia e Airbus ammontano a 1,47 miliardi di euro

28 Maggio 2021

L'ESA ha firmato due contratti, per un importo complessivo di 1,47 miliardi di euro, per progettare e costruire il primo lotto della seconda generazione di satelliti del sistema di navigazione satellitare europeo Galileo (G2G).  L’Agenzia Spaziale Europea governa lo sviluppo e acquisisce i satelliti per contro della Commissione Europea che finanzia la costellazione.

I contratti sono stati assegnati a Thales Alenia Space Italia - che ha siglato un accordo del valore di 772 milioni di euro lo scorso marzo -  e ad Airbus Defence & Space  per creare due famiglie indipendenti di satelliti per un totale di 12 satelliti Galileo Next Generation.

«Successo storico per l’Italia nella competizione per il contratto per la realizzazione della seconda generazione della costellazione Galileo, il sistema Europeo di navigazione satellitare- commenta il presidente dell'ASI Giorgio Saccoccia -  con l'acquisizione di questa commessa, l'Italia completa con il settore della navigazione  una leadership a livello europeo nella realizzazione di sistemi satellitari per i vari settori applicativi spaziali,  già consolidata da tempo in aree importanti quali  l'osservazione della Terra, l'esplorazione dello spazio, le missioni scientifiche e i satelliti per telecomunicazione. La seconda generazione di Galileo non si limiterà ad aumentare l’accuratezza nella localizzazione e sincronizzazione, ma la resilienza e la robustezza dell'intero sistema saranno aspetti fondamentali per assicurare i servizi futuri. Questa sfida raccolta da Thales Alenia Space Italia conferma l’elevata competitività dell’industria nazionale ed è indice non solo di capacità ingegneristica ed esperienza pregressa, ma è anche il riconoscimento a livello internazionale che l’innovazione continua è nel DNA di tutta la filiera spaziale italiana».

I satelliti Galileo di seconda generazione rivoluzioneranno la costellazione e saranno costruiti in breve tempo, con il primo lancio previsto in meno di quattro anni.  Si uniranno ai 26 già in orbita e ai 12 satelliti Batch 3 di prima generazione (G1G) attualmente in fase di produzione e prova; il primo lancio dei satelliti G1G Batch 3 è previsto per la fine dell’anno.

I satelliti G2G prevedono importanti innovazioni infatti utilizzeranno la propulsione elettrica e avranno  a disposizione un’antenna di navigazione potenziata; i payload saranno completamente digitali e progettati per poter essere facilmente riconfigurati in orbita, consentendo loro di rispondere attivamente alle esigenze in evoluzione degli utenti con nuovi segnali e servizi.

I satelliti saranno inoltre dotati di un'antenna di navigazione più potente e di meccanismi avanzati di protezione da jamming e spoofing, per salvaguardare i segnali Galileo. Grazie a G2G sarà possibile -  per i dispositivi di navigazione degli smartphone -  acquisire il segnale più velocemente e accedere più rapidamente ai servizi all'accensione dei propri device, con un minor consumo energetico.

G2G offrirà anche servizi avanzati per la ricerca e il soccorso. Grazie ai nuovi sistemi sarà possibile gestire in modo più efficace la comunicazione con le popolazioni colpite da calamità naturali, come tsunami o terremoti. Tali avvisi potranno essere inviati ovunque, indipendentemente dai fornitori dei servizi di telecomunicazioni, utilizzando i segnali di navigazione Galileo come servizio di messaggistica unidirezionale.

‣ News

VENERDÌ 20 AGOSTO 2021

Nuovo bando europeo per le comunicazioni sicure ‣

Aperto fino al 24 settembre 2021 il nuovo bando europeo per promuovere una connettività spaziale affidabile, sicura e conveniente MORE...

MERCOLEDÌ 30 GIUGNO 2021

LaserCube in orbita ‣

Stellar Project lancia LaserCube nell’ambito del programma ARTES di ESA con il supporto dell’ASI MORE...

LUNEDÌ 19 APRILE 2021

Al via la consultazione ENTRUSTED ‣

ENTRUSTED è un progetto di ricerca finanziato dall’Unione Europea nel programma Horizon 2020 coordinato dalla European GNSS Agency MORE...

MERCOLEDÌ 03 MARZO 2021

Galileo 2, contratto ESA-Thales per sei nuovi satelliti ‣

I sei satelliti verranno messi in orbita entro il 2024 MORE...