La strada che porta allo spazio passa per il nostro bel Paese.

ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News
INTERNATIONAL SPACE FORUM

Lo spazio tanghero

Si svolge il primo novembre a Buenos Aires in Argentina il terzo appuntamento dell'International Space Forum, obiettivo favorire i processi di sviluppo sostenibile grazie anche alle attività spaziali

È fissato per il primo di novembre il terzo Forum Internazionale dello Spazio, organizzato dall’International Astronautical Federation e dall’Agenzia Spaziale Italiana, in collaborazione con il governo argentino e la loro agenzia spaziale, la Conae.

 

Il forum è giunto al terzo appuntamento, dopo l’esordio a Trento e l’Africa Chapter a Nairobi in Kenya, per scrivere il terzo capitolo di una storia che vuole le realtà spaziali, universitarie e industriali insieme per uno sviluppo sostenibile: the latin and carabbean chapter.

 

Alta formazione, gestione delle risorse naturali e prevenzione dei disastri, cooperazione spaziale, sono questi i 3 argomenti chiave che verranno discussi dai rappresentanti delle 14 nazioni che interverranno al forum spaziale. Il prodotto del latin american american and carabbean chapter sarà la Buenos Aires Page, un documento, che come il Trento Space Statement e la Nairobi Page, riassumerà gli obiettivi che i paesi partecipanti intenderanno perseguire al fine di dare impulso alla creazione di una rete di cooperazione che possa favorire uno sviluppo sostenibile, nell’ambito delle attività spaziali.

 

L’evento segna un ulteriore rafforzamento della cooperazione tra Italia e Argentina, già espressa con il lancio del primo satellite Saocom avvenuto lo scorso 29 settembre. Saocom è parte del programma Siasge che vede il nostro Paese a fianco dell’Argentina nella realizzazione di un sistema di osservazione globale della Terra che prevede l’utilizzo dei dati di Saocom in banda L in combinazione con le immagini di CosmoSkyMed in banda x al fine di garantire una copertura radar del pianeta ancora più accurata e diversificata. Il completamento della costellazione Saocom è previsto entro la fine dell’anno con il lancio del secondo satellite.