La strada che porta allo spazio passa per il nostro bel Paese.

ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News

“ASI per le PMI”: i progetti selezionati del IV Bando

Le 16 proposte sono state presentate alla sede dell'Agenzia Spaziale Italiana a Roma nel corso di una giornata-workshop aperta dal presidente Battiston

Lo scorso 27 maggio, presso la sede dell’ Agenzia Spaziale Italiana , si è svolto il  workshop dedicato alla presentazione  dei sedici progetti selezionati nell’ambito del Quarto Bando per le PMI – piccole e medie imprese - dedicato al tema “Navigazione e Osservazione della Terra: utilizzo delle Infrastrutture spaziali nazionali e comunitarie”. L’evento, cui hanno preso parte i rappresentanti di molte imprese nazionali, oltre alle delegazioni delle tre Associazioni di categoria AIAD, AIPAS e ASAS,  è stato aperto dal presidente ASI Roberto Battiston e introdotto e coordinato dal responsabile delle Attività per le PMI dell’Agenzia, Walter Piperno.


Aprendo la giornata, Battiston ha riassunto l’ampio ventaglio di attività messe in campo dall’ASI a favore delle PMI, a cominciare dai quattro Bandi Scientifici e Tecnologici finalizzati al potenziamento del livello di competitività dell’industria nazionale. L’obiettivo di questo specifico complesso di iniziative punta infatti proprio a favorire la crescita delle PMI che operano nel settore, affidando loro lo sviluppo di nuove tecnologie, prodotti e servizi in ambito spaziale.

 

Il presidente dell’ASI ha quindi esposto una serie di elaborazioni conclusive a chiusura del ciclo dei 4 bandi tematici. Le imprese hanno partecipato alle attività di co-finanziamento al 50% realizzando progetti in collaborazione con altre PMI, centri di ricerca e università. Nei quattro bandi vi è stata una maggiore presenza delle aziende in ambito applicativo, minore in tecnologie e prodotti. Nel corso degli ultimi anni, tra l’altro, la competizione è divenuta serrata e nuovi operatori commerciali sono intervenuti sul mercato, imponendo nuove regole. Sia nel segmento Space che in quello Applicativo e di Sistema si è assistito anche alla nascita di nuovi approcci industriali, come ad esempio il maggiore utilizzo di componentistica commerciale. In tali contesti risulta strategico possedere tecnologie chiave che possano produrre  un vantaggio competitivo e determinare  la scelta di un sistema/prodotto (ad esempio, Piccoli Satelliti). 

 

Altro importante ambito di partecipazione per le imprese è quello legato alle Call Spazio Horizon 2020. Dal punto di vista del numero di partecipanti, le PMI hanno un ruolo relativamente più importante nell'area ‘Spazio’ rispetto alle altre aree d'interesse, come anche sul piano dei finanziamenti richiesti e ottenuti. Ma in termini di finanziamenti effettivamente erogati, il ruolo delle PMI nei progetti vincenti è tuttavia mediamente più marginale. Sebbene le piccole e medie imprese del settore ’Spazio’ abbiano fatto registrare una percentuale di successi più elevata rispetto a quella delle altre PMI, restano comunque inferiori rispetto a quelli di partecipanti di grandi dimensioni.

 

A chiusura del suo intervento, Battiston ha sottolineato il dato non incoraggiante che riguarda le domande presentate da PMI, start-up e spin-off accademici per le Open Call Cosmo SkyMed e questo obbliga ad una riflessione e sollecita ad un ruolo molto attivo delle tre Associazioni. Il tema sarà oggetto di dibattito da parte del Tavolo Permanente delle imprese approvato con statuto dal CDA dell’ASI e in corso di approvazione dal MIUR. ASI auspica di ricevere proposte innovative che possano trarre vantaggio dalle caratteristiche uniche della costellazione CSK, anche tenendo conto di eventuali sinergie con le missioni di Osservazione della Terra dell’ESA ed internazionali. A tal fine ASI ha avviato, contestualmente, un’analoga iniziativa riservata alla comunità scientifica, nazionale ed internazionale, al fine di promuovere l’utilizzo scientifico dei dati della costellazione CSK. Entrambe le iniziative intendono favorire la crescita di una maggiore competenza, scientifica e imprenditoriale, nella trattazione del dato satellitare che trova nella gestione del territorio e nei servizi al cittadino il principale ambito di utilizzazione.

 

Concludendo, il presidente dell’ASI ha sottolineato di ritenere indispensabile promuovere e adottare un approccio "di filiera" nell'ambito dei programmi di più grandi dimensioni.

 

Al workshop è intervenuto anche l'ingegner Maurizio Fargnoli - in rappresentanza di AIAD, AIPAS e ASAS - che ha evidenziato come nell'arco di 20 anni il panorama industriale delle imprese piccole e medie del settore si sia evoluto acquisendo sempre più importanza.

 

“Fatto dimostrato – ha ribadito Fargnoli - anche dalle buone performance in ambito Europeo e dalla crescente necessità di una efficace cooperazione tra l’ASI ed il sistema di nazionale di imprese”. In questo senso, Fargnoli ha voluto riconoscere il grande valore di metodo e sostanza rivestito dall’attuale Convenzione fra ASI e le Associazioni. 

 

I lavori della prima parte di giornata sono proseguiti con la presentazione degli esiti del Quarto Bando affidata al Responsabile Unità Navigazione dell’ASI, Alberto Tuozzi.

 

Ha aperto la sequenza di presentazione dei sedici progetti selezionati:

NAIS (Team: Iptronix – Strago), con il progetto SPACE4UXO - PM ASI: E. Lopinto.

 

A seguire:

 

ACS (Team: Aresys – Università Roma Tre - Diet), progetto HUMUS -  PM ASI: C. Ananasso; T.R.S. (Dune – Università Roma Tre), progetto RAMPS - PM ASI: V. Catalano; ITS (Team: Università di Tor Vergata – Datasel), progetto TESEI -  PM ASI: V. Catalano; ELITAL (Team: T4I – SBS), progetto STARLET - PM ASI: V. Catalano; REMOCEAN (Team: Kell), progetto MEMORIES - PM ASI: C. Facchinetti; TSD (Team: Space Technology – Università di Milano), progetto VINAG PM ASI: V. Catalano; ITSLAB (Team: Blue Thread – UniPartenope), progetto SMILE - PM ASI: C. Facchinetti; KAYSER (Team: Lens – Vacuo), progetto SAORA - PM ASI: V. Catalano; FLYBY (Team: Envisens – Skybox), progetto ACAS - PM ASI: C. Facchinetti 11) MEC (Team: Wave), progetto MIMAP - PM ASI: S. Losito; T.R.E. (Team: Università di Firenze – Imageo), progetto COSMOPLUS -  PM ASI: S. Zoffoli; ACROTEC (Team: Fadeout), progetto MIDA - PM ASI: C. Ananasso; OPTISOFT (Team: Gter – Università di Genova), progetto NARVALO - PM ASI: C. Facchinetti; PLANETEK (Team: Gap), progetto FAST4MAP - PM ASI: E. Lopinto; QASCOM (Team: Wiser), progetto GNSS STARR - PM ASI: C. Facchinetti.


La seconda parte del workshop - “Esposizione linee di rendicontazione” – era invece riservata ai 16 Team delle proposte selezionate ed è stata coordinata da Amedeo Pirollo dell’Unità Qualità ASI. Si è trattato di un incontro preliminare volto ad offrire indicazioni alle imprese che saranno impegnate nelle attività di rendicontazione dei progetti selezionati.