La strada che porta allo spazio passa per il nostro bel Paese.

ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News

Arianespace ed ELV, firmato il contratto per dieci lanciatori europei VEGA

La cerimonia presso il MIUR alla presenza del Ministro Giannini e del Presidente dell’ASI Battiston. Rilevanti i risvolti economici del contratto

Il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR) ha ospitato oggi, 29 ottobre 2014, la firma del contratto tra la società francese Arianespace e l’italiana ELV (società partecipata Gruppo AVIO ed Agenzia Spaziale Italiana) per la realizzazione di dieci lanciatori europei VEGA.

L’evento, tenutosi alle 12.30 nel Salone dei Ministri, si è svolto alla presenza del Ministro Stefania Giannini, del Presidente dell’ASI Roberto Battiston, dell’Ambasciatrice di Francia Catherine Colonna, dell’Amministratore Delegato del Gruppo AVIO Pier Giuliano Lasagni e di altri rappresentanti istituzionali.

I firmatari del contratto sono stati Stéphane Israël, Presidente e Direttore Generale di Arianespace e Pierluigi Pirrelli, Amministratore Delegato di ELV.

La firma dell’ordine di produzione per ELV, che segue la sottoscrizione del Protocollo d’intesa fissato nel vertice Italo-Francese dello scorso anno, rappresenta un’importante conferma del ruolo dell’industria italiana nel settore spaziale, in particolare in quello dei lanciatori.

La commessa evidenzia le potenzialità del settore spaziale quale elemento trainante della nostra economia, capace di portare ricadute rilevanti, come ha sottolineato il Ministro Giannini nel suo intervento. “Il settore spaziale ha enormi potenzialità - ha commentato il Ministro - e può fare la sua parte nel rilancio della nostra economia. L’accordo di oggi ne è una dimostrazione pratica ed è anche una conferma dell’importanza della nostra industria”.

Il valore economico del contratto è pari a 257 M€. I 10 lanciatori saranno operativi a partire dalla fine del 2015 e copriranno più di 3 anni di attività nel corso dei quali il contratto, insieme alle attività ad esso collegate, produrrà ricavi per ELV per circa 300 M€.

VEGA rappresenta un’eccellenza tecnologica italiana e la firma di oggi è la dimostrazione dei ritorni industriali nel settore spaziale che seguono anni di investimenti in infrastrutture e personale di alta tecnologia - ha dichiarato il Presidente dell’ASI Roberto Battiston - Ma non contano solamente in termini economici, anche se rilevanti. È la dimostrazione della presenza e capacità della nostra industria nazionale che permette all’Europa di primeggiare in un settore fortemente competitivo come quello dei lanciatori".

"Il programma di VEGA - ha concluso Battiston - dimostra che se sappiamo fare sistema vinciamo su tutti i fronti.”

Anche  Stéphane Israël  ha confermato il livello di eccellenza raggiunto dalla tecnologia italiana. “VEGA rappresenta un successo tecnologico di cui l’Italia può davvero essere orgogliosa. Si deve molto alle eccellenze industriali di AVIO in combinazione con il supporto costante del Governo italiano attraverso l’ASI - ha dichiarato il Presidente e Direttore Generale di Arianespace -  insieme sono riusciti a unire le proprie competenze all’interno di ELV per dare vita a una partnership pubblica-privata e arrivare a quello che sarà un importante risultato nell’industria spaziale”.

“Il VEGA contribuisce alle esportazioni italiane in un settore di alta tecnologia - ha sottolineato Pier Giuliano Lasagni, Amministratore Delegato del Gruppo AVIO - Questo contratto e le attività ad esso collegate contribuiscono in maniera sostanziale al mantenimento di oltre 1000 posti di lavoro qualificati in Italia ed altrettanti in Europa, almeno fino al 2018. Si tratta di  tecnici e maestranze di grande competenza professionale”.

VEGA (Vettore Europeo Generazione Avanzata) è uno dei lanciatori dell’ESA, progettato per il lancio di piccoli satelliti in orbita bassa.

L’Italia ha un ruolo di primo piano in ambito VEGA, essendo il principale “azionista” del programma di costruzione, con una contribuzione pari al 65% del costo complessivo.

Per meglio consolidare la leadership italiana nel programma l’ASI ha costituito con Gruppo AVIO la società ELV (70% AVIO e 30% ASI) incaricata dall’ESA della gestione delle attività di sviluppo e qualifica in qualità di primo contraente industriale.

In questa fase del programma, AVIO ed ELV sono responsabili della produzione del VEGA, mentre Arianespace è l’operatore del sistema di lancio, e ne assicura la commercializzazione a livello mondiale.

Dopo il successo dei primi tre lanci e l’acquisizione da parte di Arianespace di nove contratti per la fornitura del servizio di trasporto in orbita di satelliti istituzionali e commerciali in tutto il mondo, questo nuovo contratto sancisce le prospettive della produzione di VEGA, che si afferma come il migliore lanciatore nella categoria dei lanciatori leggeri.