La strada che porta allo spazio passa per il nostro bel Paese.

ASI - Agenzia Spaziale Italiana - Eventi ASI - Agenzia Spaziale Italiana - Eventi

Progetto DAMA, imminente il workshop dedicato agli esperimenti

Il 12 giugno prossimo saranno presentati i risultati degli esperimenti portati a bordo della Missione STS 134

Esattamente un anno fa, alle 14.56 ora italiana del 26 maggio 2011, dal Kennedy Space Center di Cape Canaveral, Florida, decollava lo STS 134, penultimo volo Shuttle e ultimo volo della navetta Endeavour, alla volta della Stazione Spaziale Internazionale ISS. L'Endeavour aveva a bordo l'astronauta italiano col. Roberto Vittori, alla sua terza missione nello spazio, e una serie di esperimenti realizzati da università, centri di ricerca e industrie italiane nell'ambito del programma nazionale di utilizzo della Stazione Spaziale per scopi scientifici e di ricerca.

 

La partecipazione italiana alla missione STS 134 rientra nell'ambito di accordi diretti tra ASI e NASA ed è stata organizzata nel quadriennio antecedente il volo. Nel corso degli anni 2008-2011, l'ASI e l'Aeronautica Militare, sulla base di un accordo esecutivo di collaborazione nelle attività di volo umano spaziale, hanno promosso, organizzato e gestito la missione dell'astronauta del col. Roberto Vittori, pilota sperimentatore e membro del Corpo Astronautico Europeo, con un ricco programma sperimentale congiunto che ha portato sulla ISS l'eccellenza della ricerca e della tecnologia italiane.

 

Oltre allo spettrometro AMS (Alpha Magnetic Spectrometer), il potente cacciatore di antimateria, lo Shuttle Endeavour ha trasportato i sei apparati sperimentali (payload) italiani del progetto DAMA (DArk MAtter), risultato del programma congiunto ASI/AM che include tredici esperimenti sviluppati da altrettanti team scientifici di università italiane, centri di ricerca e industrie nazionali. Cinque dei sei payload, rientrati a terra al termine della missione, hanno permesso la raccolta di un copioso set di dati sperimentali analizzati ed elaborati dai ricercatori nell'anno appena trascorso. Uno resta sulla ISS, per raccogliere i dati fino alla fine prevista della fase sperimentale. Durante il workshop organizzato dall'ASI, con la partecipazione dell'AM il prossimo 12 giugno, i team scientifici responsabili di ciascun esperimento presenteranno alla comunità scientifica nazionale i risultati fin qui conseguiti dei loro studi.