La strada che porta allo spazio passa per il nostro bel Paese.

ASI - Agenzia Spaziale Italiana - Eventi ASI - Agenzia Spaziale Italiana - Eventi

COSMO-SkyMed e le tecnologie radar satellitari al servizio dell'Archeologia

"Sensing the Past": mostra-evento a Roma dal 26 agosto al 2 settembre 2013

Le tecnologie spaziali come strumento per indagare il passato e tutelare il patrimonio culturale: è questo il fulcro della mostra fotografica "Sensing the Past: COSMO-SkyMed and radar technologies for Archaeology", che si terrà a Roma dal 26 agosto al 2 settembre 2013 presso la Galleria Agostiniana (Piazza del Popolo, 12).

La mostra è curata dall'Università della Basilicata, dagli istituti IMAA e IBAM del CNR e dall’Agenzia Spaziale Italiana, che vi ha preso parte con il centro CIDOT (Centro Interpretazione Dati di Osservazione della Terra) ubicato presso il Centro di Geodesia Spaziale ASI di Matera.

Il percorso espositivo si articola in 14 pannelli che abbinano fotografie di celebri siti archeologici italiani ed internazionali iscritti nel patrimonio mondiale dell'UNESCO (ad esempio, Metaponto, Ercolano, Stonehenge, Nazca, ecc…) a immagini SAR e COSMO-SkyMed.

I dati SAR insieme con quelli ottici sono stati opportunamente selezionati ed elaborati per evidenziare il potenziale informativo per la ricerca di siti archeologici sepolti, lo studio delle dinamiche di trasformazione ambientale in relazione alla frequentazione umana nell’antichità e l’analisi dei fattori di rischio.

Qui sotto - in allegato - sono disponibili una serie di immagini.

Prima di tutto due immagini del centro di Roma ottenute utilizzando 32 rilevazioni successive del sistema Cosmo-SkyMed sempre con la stessa geometria. Sono state elaborate dall’Università della Basilicata con la tecnica dei Persistent scatterer per rilevare movimenti lenti sull’area. Il colore dei punti indica il movimento annuo e va da -4,8mm/anno (rosso) a +4,8mm/anno (blu).


A seguire, un altro gruppo di 4 immagini che rappresentano rispettivamente:

Figura 1 - Costellazione dei satelliti Cosmo SkyMed

Figura 2 - Immagine Cosmo SKyMed Stripmap di Angkor in Cambogia. E' in corso l'elaborazione interferometrica finalizzata a studiare le problematiche di instabilità del complesso monumentale a causa di cedimenti di fondazione
Figura 3 - Sabratha (Libia). In alto si osserva un'immagine satellitare ottica, in basso l'immagine SAR (Cosmo SkyMed Spotlight). Il confronto evidenzia il valore aggiunto delle tecnologie SAR per l'individuazione di strutture sepolte, in particolare, nei pressi dell'anfiteatro romano
Figura 4 - Metaponto. Immagine SAR utilizzata per studiare il reticolo dei paleo fiumi e l'arretramento della linea di costa nel corso dei secoli.