ASI - Agenzia Spaziale Italiana - Press RoomASI - Agenzia Spaziale Italiana - Press Room

Uno sguardo al Big Bang, ecco i primi dati raccolti da Planck

14 Gen 2011

La traccia fossile del Big Bang. E' la radiazione cosmica di fondo, la voce, anzi il primo vagito dell'universo che l'uomo cerca di intercettare con Planck, la nostra macchina del tempo inviata a sbirciare l'infrarosso nel punto più freddo dell’Universo.

 

Il satellite dell'Esa, dopo un viaggio di 18 anni, ci ha spedito il primo carico di dati. Una sorta di catalogo degli scarti dello scavo, materiale che renderà incredibilmente affascinante il lavoro di ripulitura che gli scenziati debbono compiere per sgombrare il campo dai rumori che coprono la radiazione di fondo: migliaia di sorgenti di radiazione a microonde, ammassi di galassie, almeno 189 di cui 20 finora sconosciuti, nubi di nanopolveri, gas oscuro. Ecco sotto cosa è sepolta la radiazione dei primordi, una coltre di domande, che si moltiplicano all'infinito