ASI - Agenzia Spaziale Italiana - Press RoomASI - Agenzia Spaziale Italiana - Press Room

Nespoli, un italiano tra le stelle (aspettando Vittori)

10 Dic 2010

Tutto è pronto per il lancio del 15 dicembre dal cosmodromo di Baikonur in Kazakhstan, che porterà sulla Stazione Spaziale Internazionale Paolo Nespoli. L’astronauta italiano dell’Esa resterà in orbita per circa 6 mesi con Dmitry Kondratyev, Catherine Coleman, con lui nella missione 27 e con i tre colleghi della missione 26 che li hanno preceduti. Per 152 giorni ci guarderanno dall’alto, e per il 40% del tempo lavoreranno a più di 30 esperimenti: dalla ricerca umana ai fluidi della fisica, alla radiazione, alla biologia e alle dimostrazioni tecnologiche. Nespoli fornirà il proprio contributo allo sfruttamento scientifico del laboratorio europeo Columbus. Parteciperà inoltre alle operazioni di attracco del secondo Veicolo di Trasferimento Automatizzato europeo, denominato Kepler, una navicella usata per il trasporto di materiali essenziali per la Stazione Spaziale. Questo compagno di viaggio non avrà soltanto il compito di trasportare i rifornimenti, ma eseguirà anche regolari rettifiche orbitali della ISS e permetterà di compiere manovre per evitare i detriti spaziali. Nespoli prenderà inoltre parte alle operazioni legate all’arrivo del secondo HTV giapponese, una navicella spaziale priva di equipaggio utilizzata per portare ulteriori rifornimenti. Nespoli sarà il principale operatore dell’attracco della HTV dopo che il veicolo in volo libero sarà stato catturato dalla sua compagna di equipaggio Coleman. Sarà inoltre il primo astronauta europeo a tenersi in contatto dallo spazio via Twitter e YouTube. Userà i due strumenti per rispondere alle domande che gli verranno poste in tempo quasi reale da studenti, curiosi e appassionati. Il prossimo febbraio Nespoli avrà per 12 giorni un ulteriore compagno di equipaggio: un altro italiano, Roberto Vittori.