ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News

Villa Adriana “sorvegliata spaziale”

Il progetto VIDEOR utilizzerà i dati di COSMO-SkyMed e Copernicus per osservare il sito della Villa di Tivoli

Le potenzialità dei programmi di osservazione della Terra per la salvaguardia del patrimonio culturale rappresentano un campo di applicazione recente, ma di crescente interesse nel settore spazio. E’ questo l’obiettivo di VIDEOR,  un servizio web-based che utilizzerà i dati del programma di osservazione terrestre dell’Agenzia Spaziale Italiana COSMO-SkyMed, e del corrispondente europeo Copernicus per la tutela di Villa Adriana a Tivoli, scelta come sito pilota. La particolarità di VIDEOR sta nel fatto che esso rappresenta il primo servizio di monitoraggio continuativo aggiornabile e consultabile via web.


L’alta accuratezza geometrica delle immagini di COSMO-SkyMed e l’elevata risoluzione spaziale e temporale offrono un potente strumento per monitorare la presenza di nuovi insediamenti o opere e per tenere sotto controllo tutte quelle situazioni di abbassamento del suolo o sottosuolo, che sono frequente causa di cedimenti strutturali e crolli.


Il progetto  è finanziato dal ministero dello Sviluppo economico, voluto dal ministero dei Beni culturali e nato dalla collaborazione tra l’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro, Nais, una PMI del Lazio e la società Superelectric. Una volta ricevuti, i dati saranno elaborati da Nais e Superlectric  per poi essere inviati alle istituzioni che si occupano di conservazione e tutela dei beni culturali.


Gli utenti finali di VIDEOR sono le istituzioni che si occupano di conservazione, manutenzione e restauro dei beni culturali e il servizio offre loro una serie di prodotti pensati per la valutazione del rischio di perdita o danneggiamento di del patrimonio culturale che segue i principi esposti dalla “Carta del Rischio dei Beni Culturali”. La Carta, è un sistema informativo territoriale di supporto scientifico e amministrativo agli Enti statali e territoriali preposti alla tutela del patrimonio culturale

Villa Adriana non sarà l’unico sito ad essere coinvolto nel progetto: in elenco ci sono anche la Rocca Pia, la Chiesa di San Pietro della Carità, il Santuario di Ercole vincitore e il Tempio della Sibilla.