ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News

Sistema-Italia e Space Economy

Aperto a Roma l’ottavo Master SIOI in “Istituzioni e Politiche Spaziali”. Conferenza con Frattini, Pasquali e Battiston

 

La Space Economy, opportunamente rivista e riattualizzata, come una delle più grandi e importanti sfide per il nostro sistema paese.  Questo il concetto-chiave della conferenza con cui oggi  a Roma si è aperta l’ottava edizione del Master in “Istituzioni e Politiche Spaziali” organizzato dalla Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale (SIOI) con l’Agenzia Spaziale Italiana e l’Istituto di Studi Giuridici Internazionali del CNR

All’evento, intitolato “Il sistema spazio Italia per lo sviluppo economico e culturale del Paese”, sono tra gli altri intervenuti il presidente della SIOI Franco Frattini, il presidente dell’ASI Roberto Battiston e il direttore del settore spazio di Finmeccanica Luigi Pasquali

“L'investimento nella Space Economy - ha spiegato Battiston -  si riverbera ad ampio spettro: dai rapporti internazionali, alla politica estera e di difesa, dagli scambi commerciali alla gestione nazionale ed internazionale dei danni delle catastrofi naturali”.

 

“La Space Economy - ha detto a questo proposito Pasquali - è la capacità di sfruttare al meglio l'infrastruttura spazio che abbiamo. Il punto - ha aggiunto, sottolineando in questo senso il ruolo dell’Agenzia Spaziale Italiana - è che il sistema istituzionale industriale del nostro Paese deve fare in modo di restare all'altezza della competizione internazionale e, in alcuni casi, deve anche essere in grado di guidarla. L'industria italiana è in grado di seguire questa sfida d'innovazione”.  

“L'Europa e l'Italia - ha aggiunto Battiston - devono orientarsi come gli Stati Uniti verso la trasformazione della Space Economy da un'industria di manifattura ad alti livelli tecnologici ad un'industria di servizi e applicazioni  in grado di mettere a frutto quella miniera d'oro ancora non sfruttata rappresentata dai migliaia di dati prodotti dall'osservazione della Terra”.  

“La Space Economy - ha concluso il presidente dell’ASI - sarà per eccellenza un'industria della conoscenza, aperta alle giovani menti che stanno investendo in start up innovative, come planet.com. E i giganti di internet come Google, Amazon, lo hanno capito prima degli altri”. 

Il Master, che si concluderà il 16 luglio prossimo, ha lo scopo di fare acquisire una preparazione specialistica e una formazione pratico-professionale nel campo delle Istituzioni e delle Politiche Spaziali, con particolare ma non esclusivo riferimento alle discipline giuridiche, politiche ed economiche sui temi dell’esplorazione e dell’utilizzo dello spazio extra-atmosferico. 

E’ articolato in 5 Moduli tematici (da quello giuridico a quello scientifico) e si rivolge sia a dirigenti e funzionari della Pubblica Amministrazione che a laureati in tutte le discipline o a laureandi che conseguano il titolo entro il termine del percorso formativo.