ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News

Samantha e gli esperimenti della missione Futura

Incontro-esposizione per la stampa alla sede dell’ASI per presentare i contenuti scientifici e tecnologici che verranno portati a bordo della ISS dalla Cristoforetti. Il videoservizio su AsiTV

Una sala gremita di giornalisti ha atteso questa mattina nella sede dell' Agenzia Spaziale Italiana, l’astronauta  Samantha Cristoforetti,  per la presentazione delgli esperimenti della missione Futura. Quella di questa mattina in ASI, non è stata una tradizionale conferenza stampa ma un vero e proprio incontro-esposizione, dove sono stati presentati dai vari responsabili con l’ausilio di pannelli e riproduzioni i 9 esperimenti che faranno parte del ‘bagaglio’ scientifico che accompagnerà Samantha nei suoi cinque mesi e mezzo di missione.


Ad aprire la mattinata, il presidente dell’ASI Roberto Battiston che ha sottolineato il valore della scienza e tecnologia italiana a bordo della ISS:“L’Italia attraverso l’ASI ha un ruolo unico sulla ISS – ha detto Battiston- la nostra partecipazione è infatti duplice: tramite  l’ESA in quanto stato membro e tramite la NASA, in virtù dell’accordo bilaterale per la fornitura di moduli pressurizzati. Grazie al grande impegno profuso, abbiamo contribuito a straordinari esperimenti di eccezionale valore scientifico, coinvolgendo più di  120 scienziati, 20 payload e 2 facilities scientifiche attive a bordo. Questo coinvolgimento è stato possibile anche grazie al contributo degli  astronauti italiani del corpo dell’ ESA, quattro dei quali sono attualmente in servizio”.

 

Subito dopo è il turno di Samantha che ha  parlato del valore della ricerca nello spazio: “ La condizione di microgravità ci permette di studiare il comportamento degli elementi da un punto di vista privilegiato, lo spazio può rivelarci molte sorprese sul comportamento del corpo umano e dei fluidi in assenza di gravità”.


Samantha, ha poi descritto in modo più approfondito i nove esperimenti di ricerca scientifica e dimostrazione tecnologica italiani, che verranno svolti nei mesi di permanenza a bordo della ISS: cinque progetti saranno dedicati allo studio di vari aspetti della fisiologia umana in condizioni di assenza di peso, due effettueranno analisi biologiche su campioni cellulari portati in microgravità; verrà infine portato e sperimentato a bordo della ISS un dimostratore per un processo di produzione automatizzato per la realizzazione di oggetti 3D in assenza di gravità (stampa 3D). I progetti sono stati ideati da Università, centri di ricerca, aziende e PMI italiane, e selezionati dall'ASI attraverso i Bandi nazionali di Volo Umano per l'utilizzazione della ISS.


L'evento di quest'oggi, fa parte di  una serie di incontri istituzionali e con il pubblico a cui Samantha ha preso parte questa settimana, come l'intervento nella giornata di ieri al Maker Faire di Roma, una fiera dove gli innovatori del terzo millennio mostrano i progetti a cui stanno lavorando e condividono il sapere tecnologico e artigiano. 

Samantha Cristoforetti era stata selezionata nella nuova classe di astronauti europei del 2009 assieme al collega Luca Parmitano. Grazie all'accordo bilaterale che lega l’Agenzia Spaziale Italiana e la NASA, Samantha volerà il 23 novembre, da l cosmodromo di Baikonur in Kazakistan per la Stazione Spaziale Internazionale, dove resterà per cinque mesi e mezzo quale membro effettivo dell’equipaggio.