ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News

Roberto Battiston è il nuovo Presidente dell'ASI

E' stato nominato dal Ministro per l'Istruzione, Università e Ricerca, Stefania Giannini. Succede a Enrico Saggese

Roberto Battiston è il nuovo Presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana. Fisico dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), Battiston è stato nominato dal Ministro per l'Istruzione, Università e Ricerca, Stefania Giannini.

Succede al Professor Aldo Sandulli, commissario straordinario all'ASI dopo le inchieste della magistratura che hanno portato alle dimissioni del precedente Presidente dell'Agenzia, l'Ingegner Enrico Saggese.

Ordinario di fisica sperimentale all'Università di Trento, città dove è nato nel 1956 e tuttora vive, Battiston ha alle spalle una lunga e prestigiosa carriera accademica e scientifica, ricca di riconoscimenti internazionali, cominciata subito dopo la laurea con lode in Fisica alla Normale di Pisa, nel 1979. E' presidente della Commissione II dell'INFN per la Fisica Astroparticellare, e membro del TIFPA (Trento Institute for Fundamental Phisycs and Application) - il nuovo Centro Nazionale dell'INFN.

"Ringrazio il Ministro per la fiducia accordatami - ha dichiarato Battiston subito dopo aver avuto notizia della sua nomina al vertice dell'ASI -: la soddisfazione è legata alla coscienza della responsabilità che questo incarico comporta. Naturalmente il mio impegno sarà perché l'Agenzia, dopo il momento di difficoltà, riprenda il proprio ruolo nel settore spaziale e torni ad essere il punto di snodo importante per lo sviluppo di attività industriali e scientifiche nello Spazio".

La nomina, ha dichiarato il Ministro Giannini, dimostra che "facciamo le cose al tempo giusto, con la concretezza e la rapidità necessaria, ma anche con l'attenzione all'eccellenza. Battiston è stato tra l'altro un eccellente fisico all'Università di Perugia. Penso che questo sia un punto di partenza e di rilancio di un settore, quello aerospaziale, che ha un valore strategico incalcolabile".

"L'Italia - ha concluso Battiston - ha una grande tradizione in questo settore e la dovrà mantenere anche in futuro. Desidero particolarmente ringraziare il commissario straordinario, il professor Aldo Sandulli, per l'impegno e le capacità profuse in questi mesi".