ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News

Philae, quarto contatto

Il lander torna a farsi sentire con l'invio di un nuovo pacchetto di dati il 9 luglio. Tra le informazioni ricevute anche quelle di CONSERT, lo strumento in grado di fornire informazioni sul nucleo della cometa

Nuovo contatto per Philae. Questa volta il lander della missione Rosetta si è messo in contatto con la Terra e precisamente con il centro di controllo della DLR il 9 luglio dalle 19.45 alle 20.07.


La connessione tra Philae e la Terra è rimasta stabile per 12 minuti permettendo l’invio di un pacchetto di dati riguardanti l’esperimento CONSERT (Comet Nucleus Sounding Experiment by Radiowave Transmission) lo strumento capace di fornire informazioni sulla struttura interna del nucleo della cometa. Il contatto con Philae - ha commentato Koen Geurts della DLR -  è la prova che l’unità di comunicazione a bordo continua a funzionare e i nostri comandi vengono ricevuti".



Il team di Colonia aveva già tentato un primo comando verso lo strumento lo scorso 5 luglio senza però avere nessuna risposta. Quello del 9 luglio è il quarto contatto di Philae dopo una lunga ibernazione durata 7 mesi.  Dopo ripetuti tentativi di ascolto che si sono susseguiti dal mese di marzo il lander si è finalmente messo in contatto con la Terra il 13 giugno per ben due volte e il 24 giugno.


Attualmente, il team internazionale coinvolto nella missione sta valutando i dati ricevuti: rimane ancora da capire il motivo per cui il comando inviato il 5 luglio sia stato ricevuto solo il 9 dato che la traiettoria di Rosetta non ha subito modifiche da tre settimane.


Una cosa è certa però, Philae è sopravvissuto all’ambiente ostile di 67P e risponde anche ai comandi inviati da Terra. Non rimane che aspettare il prossimo 13 agosto quando  la cometa raggiungerà la massima vicinanza al Sole: da quel momento sarà nuovamente possibile far progressivamente riavvicinare Rosetta al nucleo, permettendo così inedite misurazioni da comparare con quelle effettuate prima dell’estate e anche, eventualmente, la precisa individuazione del lander.