ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News
INFORMAZIONI ACCESSIBILI

Open Universe: dati scientifici per tutti

L’iniziativa italiana presso l’ONU nasce dall’esigenza di rendere accessibili i dati delle missioni spaziali

Esperti mondiali a raccolta nella sede dell’Agenzia Spaziale Italiana per un incontro di due giorni (11-12 aprile 2017) dedicato all’iniziativa italiana "Open Universe".

Il progetto è stato presentato al Comitato per l’uso pacifico dello spazio extra-atmosferico (COPUOS) dell’ONU ed ha l’obiettivo di fare in modo che i complessi dati scientifici spaziali relativi allo studio e osservazione dell’Universo, diventino sempre più accessibili e utilizzabili in tutti i settori della società: dalla comunità scientifica classica, ai cosiddetti citizen scientist, alle università, passando per le scuole e musei, fino al cittadino comune. 

Alla due giorni hanno partecipato circa 50 esperti e rappresentanti delle più importanti agenzie spaziali, dalla statunitense NASA, a quella europea ESA, alla giapponese JAXA e insieme ai colleghi italiani dell’ASI, con organizzazioni internazionali (COSPAR - Committee On Space Research, ESO - European Southern Observatory, IAU - International Astronomical Union, ICRANet - International Relativistic Astrophysics Network,  GEO - Group of Earth Observations, OECD - Organization for Economic Co-operation and Development)  e centri di ricerca di diversi paesi.

L’incontro è stato introdotto dal presidente dell’ASI Roberto Battiston e da Simonetta Di Pippo, direttore dell’Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari dello spazio extra-atmosferico (UNOOSA), alla presenza del consigliere Enrico Padula, del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale. 

Nel corso dei lavori si è discusso di come impostare e realizzare gli obiettivi dell’iniziativa e il prossimo passo nella roadmap di Open Universe. Primo tra gli appuntamenti futuri sarà un workshop congiunto Italia-Nazioni Unite, aperto alla comunità internazionale che si terrà presso la sede dell’ONU di Vienna dal 20 al 22 novembre prossimo. 

Open Universe è una delle numerose attività in corso in preparazione di UNISPACE+50, un evento di primaria importanza che si terrà a giugno 2018 presso le Nazioni Unite a Vienna in occasione del cinquantesimo anniversario dalla prima conferenza ONU dedicata all’esplorazione e all’uso pacifico dello spazio extra-atmosferico.  

In occasione di UNISPACE+50 la comunità internazionale si riunirà per definire il contributo che le attività spaziali dovranno dare al raggiungimento degli obiettivi delle Nazioni Unite per uno sviluppo sostenibile. 


Le presentazioni sono disponibili per il download al seguente link:  
 

https://drive.google.com/drive/folders/0B3raIQaN1eb-ZThpbktCQk5OQlU?usp=sharing